CONDIVIDI
Indietro

Orrore in Brasile: 18enne uccisa da uno squalo

28 luglio 2013

ROMA – Ancora una vittima di un attacco di uno squalo.
Una 18enne è morta dopo essere stata attaccata da uno squalo mentre nuotava al largo di una spiaggia popolare in Brasile.

Bruna Gobbi si trovava a largo di Boa Viagem, Recife quando, probabilmente per un malore, ha chiamato i soccorsi.
Stavano venendole in aiuto tre bagnini, due a nuoto e uno sulla moto d’acqua.

attacco squalo brasile

Ma per un attimo fatale, prima che i soccorritori la raggiungessero, un’improvvisa raffica di movimento ha creato una spruzzata intorno a Bruna, seguito da una chiazza rossa intorno a lei.

attacco squalo brasile

La ragazza era stata attaccata da uno squalo alla gamba sinistra, mentre cercava di tenere la testa fuori dall’acqua.

attacco squalo brasile

Le telecamere di sicurezza delle autorità locali hanno ripreso in video il momento dell’attacco e del soccorso.

attacco squalo brasile

La ragazza è stata portata a riva con gravi lesioni alla parte inferiore della gamba sinistra. Gran parte della sua pelle non era presente, anche se il piede era ancora attaccato.

Bruna è stata trasportata d’urgenza in un ospedale locale, dove è stato eseguito un intervento chirurgico per amputare la gamba a circa 38 centimetri sopra il ginocchio.
La ragazza però è morta poco dopo: secondo i medici aveva perso troppo sanngue.

Un totale di 58 attacchi di squali, 28 dei quali fatali, si sono verificati nel corso degli ultimi 21 anni a Recife, una delle più famose località balneari Brasiliane.

Le autorità locali hanno chiesto al governo brasiliano di bandire la balneazione nelle aree inclini ad attacchi di squali.