CONDIVIDI
Indietro

Voyager 1 registra il suono dello Spazio Interstellare

13 settembre 2013

ROMA – E’ ufficiale: dopo un viaggio durato 36 anni e circa 20 miliardi di chilometri percorsi, Voyager 1 ha superato i confini del Sistema Solare e adesso sta viaggiando nello Spazio Interstellare, una regione fisica all’interno di una galassia non occupata da stelle o dai loro sistemi planetari.
Lanciata nel 1977, l’intrepida sonda della NASA non solo è l’oggetto costruito dall’uomo più lontano dalla Terra, ma ha raggiunto una nuova frontiera, diventando la prima navetta ad aver lasciato il Sistema Solare.

voyager 1 spazio interstellare

Stando a quanto annunciato dalla NASA, in realtà è già un anno che Voyager sta viaggiando nello Spazio Interstellare, ma i dati raccolti avevano bisogno di essere analizzati attentamente prima di trarre conclusioni.

Gli scienziati pensavano che quando la sonda avesse raggiunto lo Spazio Interstellare, la direzione del campo magnetico sarebbe cambiata.
Tuttavia non è accaduto, e gli scienziati hanno indirizzato le analisi verso la struttura del plasma.

L’eliosfera è piena di plasma ionizzato dal Sole. Fuori quella “bolla”, il plasma viene dalle esplosioni di altre stelle di milioni di anni fa. Il plasma interstellare è più denso.

voyager 1 spazio interstellare

Purtroppo, il vero strumento progettato per le misurarazioni del plasma, ha smesso di funzionare nel 1980, così gli scienziati aveva bisogno di un modo diverso di misurare l’ambiente intorno alla sonda spaziale per determinare definitivamente la sua posizione.

Invece hanno utilizzato uno strumento in grado di misurare l’oscillazione degli ioni che compongono il plasma e un inaspettato “regalo” dal Sole, una massiccia espulsione di massa coronale che ha investito Voyager 1 nell’aprile del 2013.

Raggiunto dall’eruzione solare, il plasma intorno alla sonda ha iniziato a vibrare, dando la possibilità agli scienziati di misurare le oscillazioni per determinare la densità del plasma.
Sorprendentemente hanno misurato un plasma 40 volte più denso rispetto a quello riscontrato nell’eliopausa.
Voyager 1 si trova quindi in una regione nuova.
Secondo i calcoli, il passaggio è avvenuto il 25 agosto 2012, più di un anno fa.

voyager 1 spazio interstellare

Voyager 1 è stato in grado di registrare il suono dello Spazio Interstellare. Questo ha aiutato il team scientifico a calcolare la densità del plasma interstellare.
Quello che state per ascoltare è il rumore dello Spazio a 20 miliardi di chilometri dalla Terra.