CONDIVIDI
Indietro

Tutankhamon era figlio di un incesto: ricostruita l’immagine ‘deforme’ del faraone bambino

21 ottobre 2014

ROMA – L’immagine regale del faraone più famoso dell’antico Egitto potrebbe essere una mera illusione.
Sotto la perfetta maschera d’oro di Tutankhamon si nascondeva in realtà un uomo che di regale aveva assai poco.
Realizzato per il documentario della BBC, “Tutankhamon: la Verità Svelata” un modello in 3D potrebbe gettare nuova luce sulla morte del faraone bambino avvenuta all’età di 19 anni.
La bella maschera d’oro di Tutankhamon, l’incarnazione di un uomo sicuro nel suo potere, si infrange con un’autopsia “virtuale”, mostrandoci un ragazzo con una malformazione al piede che lo costringeva a camminare con un bastone, denti sporgenti, mandibola pronunciata e fianchi femminili.
Ma il modello, costruito utilizzando più di 2.000 scansioni tomografiche computerizzate (CT) del corpo del faraone, ribalta anche la causa della morte di Re Tut.

tutankhamon-incesto-faraone-malformazione

Dalla scoperta della tomba di Tutankhamon, risalente al 1922, si è sempre creduto che il farone fosse morto in giovane età a seguito di un incidente con la biga a causa delle fratture trovate nel cranio e in altre parti del suo scheletro.
Ma la ricostruzione virtuale ha mostrato uno scenario diverso.

Il modello 3D è stato realizzato in tandem con un’analisi genetica della famiglia di Tutankhamon, che mostra la prova che fosse il risultato di un incesto: i suoi genitori erano fratello e sorella.

tutankhamon-incesto-faraone-malformazione

Gli scienziati ritengono che questo lo abbia lasciato con danni fisici provocati da disordini genetici degenerativi.
E la sua storia familiare potrebbe aver portato alla sua morte prematura in tarda adolescenza.

Secondo Ashraf Selim, un radiologo egiziano, Re Tut avrebbe infatti sviluppato il morbo di Kohler o osteonecrosi durante l’adolescenza, in entrambi i casi malattie dolorose che compromettono lo sviluppo delle ossa.
Tutankhamon, inoltre,indossava sandali ortopedici.

Infatti, circa 130 bastoni sono trovati nel ricco tesoro nella tomba di Re Tut, a favore della teoria secondo la quale il faraone bambino dovette fare affidamento su sostegni per camminare.
Secondo gli sicenziati, quindi, era impossibile pensare che in queste condizioni avrebbe potuto partecipare alle corse delle bighe.
Invece, la morte precoce del faraone fu conseguenza del suo stato di debolezza, dovuto alle menomazioni genetiche ereditate dai suoi genitori.

tutankhamon-incesto-faraone-malformazione

Nel 1907, Lord Carnarvon George Herbert chiese all’inglese archeologo ed egittologo Howard Carter di supervisionare gli scavi nella Valle dei Re.
Il 4 novembre 1922, il team trovò passaggi segreti che portavano alla tomba di Tutankhamon.

Gli scienziati trascorsero diversi mesi catalogando l’anticamera prima di aprire la camera sepolcrale e scoprire il sarcofago nel mese di febbraio dell’anno successivo.

Tutankhamon fu un faraone egiziano della 18esima dinastia, e governò tra il 1332 aC e il 1323 aC.
Era il figlio di Akhenaton e salì al trono all’età di 9 o 10 anni.
Quando divenne re, sposò la sua sorellastra, Ankhesenpaaten.
Morì intorno all’età di 18-19 anni.

tutankhamon-incesto-faraone-malformazione

Al momento della sua morte, nel 1323 aC, si crede che il padre fosse alla guida di una rivoluzione religiosa nel Paese.
Si ritiene che Akhenaton volesse distruggere la credenza negli dèi egiziani e convertire il popolo all’adorazione di un disco solare chiamato Aton.

Si crede che Tutanhkhamon stava cercando di affrontare questa rivoluzione quando si ruppe una gamba e morì di conseguenza a un’infezione nella ferita.
Dalle analisi del DNA nel 2010 sono risultate anche tracce di malaria.

Durante la mummificazione si decise di imbalsamare non solo il pene eretto, ma anche di coprire il corpo del re in un liquido nero, colore simile alla pelle di Osiride, e di rimuovere il suo cuore.
Questi rituali si crede siano stati fatti al fine di far apparire Tutankhamon come il dio dell’oltretomba, nel tentativo di spaventare i rivoluzionari religiosi.