CONDIVIDI
Indietro

Mars Helicopter: i droni alla conquista di Marte

24 gennaio 2015

mars helicopterROMA – La conquista di Marte passa dal cielo.
La NASA ha rivelato di stare sviluppando un piccolo elicottero in grado di volare sul Pianeta Rosso per migliorare la sorveglianza e le capacità di navigazione marziana.
Il Jet Propulsion Laboratory ha proposto l’idea del Mars Helicopter, un drone autonomo che potrebbe triplicare le distanze percorse dai rover.
L’irregolarità della superficie di Marte, infatti, è un ostacolo per la locomozione delle attuali missioni.
Basti pensare alla sorte del rover Spirit, “deceduto” dopo essere rimasto bloccato nel terreno sabbioso.

Il Mars Helicopter sarà un “occhio nel cielo”: potrà aiutare a studiare il miglior percorso per i rover di terra, evitando gli ostacoli, e ottimizzare la ricerca dei luoghi di interesse scientifico.
Al momento il prototipo del drone marziano è in fase di test.
Rispetto alla Terra, Marte ha un’atmosfera molto più sottile e una molto più debole forza di gravità.
Il mini elicottero dovrà quindi essere progettato abbastanza robusto per resistere alle condizioni marziane.

Per guadagnare trazione in un’atmosfera che è 100 volte più sottile di quello della Terra, l’elicottero di Marte sarà progettato per far girare il rotore molto più veloce da assicurare un’efficace ascensione. Andrà a energia solare e, attualmente, gli ingegneri della NASA prevedono che potrà operare per “pochi minuti al giorno”, migliorando notevolmente la portata delle missioni future in superficie.

Un domani, inoltre, potrebbe essere realizzabile uno ‘sciame’ di questi droni, sparsi in su ovunque su Marte, in modo da raccogliere dati geologici e meteorologici rudimentali su una vasta regione. L’intelligenza artificiale in robotica sta avanzando rapidamente, quindi non è strano pensare che, in una decina di anni, una missione del genere possa essere possibile.