CONDIVIDI
Indietro

Guardare la Cappella Sistina migliora il sistema immunitario

5 febbraio 2015

la-creazioneROMA – Guradare la Cappella Sistina, visitare il Grand Canyon o ascolare l’Ave Maria di Shubert, è un toccasana, non solo per lo spirito ma anche per il corpo.
Secondo uno studio stupore e bellezza aiutano a migliorare le nostre difese.
Un team di ricercatori della UC Berkeley ha trovato un legame tra queste emozioni positive, in particolare la sensazione che proviamo davanti alla bellezza della natura, l’arte e la spiritualità, e i bassi livelli di citochine pro-infiammatorie, proteine che spingono il sistema immunitario a lavorare di più.
Le citochine sono necessarie per radunare le cellule in “campi di battaglia” per combattere le infezioni, malattie e traumi, ma in alti livelli sono associate con peggiori condizioni di salute, come il diabete di tipo 2, malattie cardiache, artrite e persino il morbo di Alzheimer e la depressione clinica.

“I nostri risultati dimostrano che le emozioni positive sono associate con i marcatori della buona salute”, ha spiegato Jennifer Stellar, un ricercatore presso l’Università di Toronto e autore principale dello studio, che ha condotto all’Università di Berkeley.

cappella-sistina-emozioni-positive

La ricerca ha coinvolto più di 200 giovani adulti, che hanno riportato quante emozioni positive come divertimento, meraviglia, compassione, felicità, gioia, amore, avessero provato in un dato giorno.
Sono stati poi presi dei campioni della mucosa orale prelevati da gengive e guance.
I risultati hanno mostrato che chi aveva vissuto più emozioni positive, soprattutto meraviglia e supore, aveva livelli più bassi di interleuchina 6, citochine considerate un marker dell’infiammazione.

emozioni-positive-sistema-immunitario

“Stupore, meraviglia e bellezza, promuovono livelli sani di citochine, suggerendo che le cose che facciamo per vivere queste emozioni – una passeggiata nella natura, perdersi nella musica, contemplare l’arte – ha un’influenza diretta sulla salute e la speranza di vita”, ha spiegato Dacher Keltner , psicologo della UC Berkeley e co-autore dello studio.

Da tempo è stato stabilito che una dieta sana, molto sonno e esercizio fisico, rafforzano le difese dell’organismo contro le malattie fisiche e mentali.
Ma il nuovo studio, i cui risultati sono stati appena pubblicati sulla rivista Emotion, è uno dei primi a guardare il ruolo delle emozioni positive in tale arsenale.