CONDIVIDI
Indietro

Sicilia, avvistato un grande squalo bianco a Porto Empedocle

18 giugno 2015

squalo-bianco-siciliaROMA – Dopo l’avvistamento della scorsa settimana nello Stretto di Messina (di seguito il video), è stato osservato un altro squalo bianco nuotare a largo delle acque di Porto Empedocle.
Anche se di solito associati con la California, Australia e le acque al largo del Sud Africa, i grandi squali bianchi hanno fatto la loro casa nel Mediterraneo.
Antonio Vanadia, esperto del settore, però rassicura i bagnanti: questo esemplare non è presente, a livello numerico, come in altre zone del mondo e soprattutto la sua presenza singola produce una pericolosità per l’uomo minore, rispetto alle ipotesi in cui l’animale gira in branco.
Inoltre, “Nel Canale di Sicilia e a Porto Empedocle lo squalo bianco è stato sempre presente ed ha un preciso compito nella catena alimentare nel Mediterraneo, dunque il suo passaggio da queste zone è per me un fatto naturale come altre volte è successo già”.
Infatti, anche gli “attacchi” sono rari.
L’ultimo incidente nel Mediterraneo che ha causato allarmismi risale 1993, nelle acque antistanti la città spagnola di Valencia.

Ci sono circa 46 specie di squali nel Mediterraneo, con 16 di queste che misurano di lunghezza dai 3 metri in su e 15 sono specie pericolose.
I grandi squali bianchi possono nuotare a velocità fino a 25 km all’ora.
In media raggiungono i 3 metri di lunghezza, ma ci sono stati esemplari record che sono stati più di 6 metri per un peso di 2 tonnellate!