CONDIVIDI
Indietro

“Gli alieni e l’Area 51 esistono”: le dichiarazioni del capo della NASA

22 giugno 2015

ufo-alieni-verita-podestaROMA – Una dichiarazione importante quella di Charles Bolden, che ammettendo di credere all’esistenza degli alieni, ha riacceso il dibattito sulla vita extraterrestre.
Il capo della NASA ha risposto ad alcune domande nel corso di un evento mediatico con un gruppo di scolari britannici come parte dello show Hotseat.
Secondo il Telegraph, uno degli studenti, Carmen Dearing, di 10 anni, ha chiesto a Bolden se credesse all’esistenza degli alieni.
L’amministratore della NASA ha risposto, dicendo di essere fiducioso sulla futura scoperta di forme di vita extraterrestre, perché gli astronomi hanno individuato molti pianeti simili alla Terra che potrebbero sostenere la vita come noi la conosciamo.
“Credo che ci sarà un giorno in cui troveremo altre forme di vita, se non nel nostro sistema solare in alcuni degli altri sistemi, miliardi nell’universo. Oggi sappiamo che ci sono letteralmente migliaia, se non milioni di altri pianeti, molti dei quali possono essere molto simili alla nostra Terra. Così alcuni di noi, molti di noi, credono che stiamo per trovare la prova che c’è vita altrove nell’universo”.

charles-bolden-nasa-alieni

Ha spiegato che un modo per gli scienziati di trovare la vita aliena è attraverso il telescopio James Webb, che dovrebbe essere lanciato nel 2018.
Il telescopio spaziale permetterà agli astronomi di esaminare le atmosfere di pianeti alieni e cercare “firme atmosferiche” che indicano la presenza di vita.

Bolden ha anche detto ai bambini che l’Area 51 esiste, ma che, contrariamente alla credenza popolare, il governo degli Stati Uniti non nasconde alieni.
(LEGGI ANCHE: Area 51, gli alieni esistono: confessione shock dello scienziato prima di morire – VIDEO)

“C’è un’Area 51. Non è quello che molti pensano. Sono stato in un posto chiamato così, ma è un normale luogo di ricerca e sviluppo. Non ho mai visto nessun alieno o navicella aliena o qualsiasi altra cosa quando ero lì. Penso che a causa della segretezza della ricerca aeronautica che si compie lì dentro, maturi nelle persone l’idea che vi siano nascosti alieni”.

charles-bolden-nasa-alieni-area-51

Ma i commenti del capo della NASA sull’Area 51 è improbabile che riusciranno a frenare le speculazioni sul segreto di UFO e alieni nella base militare.
Queste teorie, come Bolden ha riconosciuto, sono dovute in gran parte alla segretezza delle attività nel sito in Nevada, in particolare le attività svoltesi nel corso del 1950, quando ci sono state segnalazioni di avvistamenti di strani veivoli intorno alla struttura e alcuni, tra cui ex dipendenti, hanno affermato di aver visto alieni recuperati da Roswell, New Mexico, e portati nel sito nell’Area 51.

Il governo degli Stati Uniti ha riconosciuto per la prima volta l’esistenza dell’Area 51 nel 2013 attraverso documenti rilasciati dopo il Freedom of Information Act (FOIA).
I documenti hanno rivelato che il sito è stato utilizzato per progetti segreti, tra cui lo sviluppo dell’aereo spia U-2 nel 1950.

Caso Roswell

Bolden ha anche detto ai bambini che la NASA sta progettando di inviare uomini su Marte nel 2030, e che gli scienziati e gli ingegneri stanno lavorando per superare le sfide tecniche, come la fornitura di servizi igienici adeguati per gli astronauti.

“L’obiettivo è quello di arrivarci nei primi anni ’30. Gli astronauti non atterreranno, probabilmente faranno una missione orbitale come la prima volta che siamo andati sulla Luna. Avremo modo di sapere se la superficie di Marte è pronta per l’abitazione umana”.

Il pubblico curioso ha anche chiesto che cosa ne pensasse sulle teorie del complotto che sostengono che la NASA ha inventato gli allunaggi.
“Capisco che le persone abbiano dei dubbi. Io non ho dubbi che siamo andati sulla Luna e non ho dubbi che andremo su Marte prima o poi”.