CONDIVIDI
Indietro

Da Ferro a Mika: ecco i Diversity Media Awards

21 gennaio 2016
diversity_media_awards

ROMA – Premiare i migliori contenuti me-diali italiani (TV, radio, cinema, pubblicità e web) che nell’ultimo anno hanno contribuito ad una corretta rappresentazione delle persone e tematiche LGBT. E’ questo l’intento con cui nasce la prima edizione dei Diversity Media Awards, presentata ieri a Milano.

Il progetto è curato da Diversity, l’associazione guidata da Francesca Vecchioni e impegnata nell’abbattimento delle discriminazioni.

“Tutto il mondo della comunicazione ha una grandissima responsabilità, perché entra direttamente nelle case degli italiani e influisce sull’immaginario collettivo” commenta Francesca Vecchioni, Presidente di Diversity e ideatrice di Diversity Media Awards. “È fondamentale rappresentare correttamente le persone LGBT, perché il modo in cui il tema viene trattato influenza sia la costruzione dell’identità delle persone stesse, che la loro percezione nell’opinione pubblica e coinvolge in maniera determinante la misura del rispetto degli individui. Parlare di queste tematiche non riguarda solo le persone LGBT e i loro familiari, ma è un lavoro sulla discriminazione in generale, un modo concreto di interrogarsi sulla dimensione della dignità umana: serve quindi al benessere e allo sviluppo della società intera”.

Le nomination derivano dal Diversity Media Report, ricerca condotta dall’Osservatorio di Pavia, 2BResearch e da alcune delle principali Università italiane. L’indagine ha analizzato per la prima volta come sono stati trattati i temi LGBT all’interno dei contenuti mediali, dai telegiornali (2005-2015) alle trasmissioni tv e radio, dalle serie italiane e straniere ai film e alle pubblicità (2015).

Le votazioni dei vincitori finali saranno aperte a tutti dal 1 aprile sul sito www.diversitylab.it Il video-promo dell’evento e tutti i materiali stampa sono scaricabili nell’area press del sito. I Diversity Media Awards godono del sostegno di Google, in qualità di sponsor, e di Discovery Italia come media partner. Sei gli artisti italiani in gara per le nomination: Tiziano Ferro, Laura Pausini, Mika e Fedez, Daria Bignardi e Barbara D’Urso.