CONDIVIDI
Indietro

Alkene, elettronica e chitarre acustiche per Lisbona

16 febbraio 2016

Alkene

ROMA – Dopo l’uscita di Denso e Verbofobia, gli Alkene pubblicano online un terzo brano, Lisbona, estratto da Etere, il loro nuovo album in uscita a metà marzo. Come con Verbofobia, anche con Lisbona ci ritroviamo davanti ad un televisore e inseriamo un VHS. Ma mentre lo stesso dodecaedro si muove lentamente sospeso nel nulla, questa volta l’elettronica passa in secondo piano per lasciare spazio alla chitarra acustica.

La città diventa un nonluogo, una “città invisibile”, che fa da sfondo “all’inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme”. Elvio Carini, voce

Ho sempre ascoltato gli Alkene in vesti elettroniche, senza della batterie vere. Quando mi è arrivata la proposta di poter incastrare i miei tamburi con le loro drum machine in Lisbona, non ho decisamente resistito alla tentazione!” Il Cane (aka Matteo Dainese)

Gli Alkene sono Elvio Carini (voce, chitarra, tastiere), Andrea Sanson (chitarra), Franco Semec (basso) e Piero de Tomi (batteria).  La band nasce nel 2009 a Trieste, da un’idea di Elvio Carini e Andrea Sanson, compagni di corso all’Accademia di belle arti a Venezia. Dopo una prima demo e una serie di concerti dal vivo, iniziano a lavorare sulla registrazione dei pezzi e si rinchiudono per sei mesi in un garage di Trieste. A dicembre 2010 pubblicano il loro primo Ep “Il rogo”, interamente autoprodotto, realizzato in 100 piccole opere d’arte numerate e disponibile in download sul sito ufficiale della band. Parallelamente, si dedicato al progetto Natour, una serie di video girati in mezzo al verde con strumenti acustici.

Partecipano come finalisti alle selezioni regionali dell’Italia Wave e nel dicembre 2011 pubblicano il doppio singolo Cadmio/Olimpia, sempre disponibile online. Nel 2012 il gruppo si dedica totalmente alla registrazione del primo album, curando al massimo gli arrangiamenti, fortemente orchestrati e scanditi dall’uso di drum machine e sintetizzatori. Il disco viene mixato presso lo studio di registrazione Moscow da Davide Massussi. Il 16 aprile 2013 esce “Hamartia”.