Polizia condannata per il massacro della Diaz, ora Manganelli chiede scusa
06 luglio 2012

ROMA - "Ora, di fronte al giudicato penale, è chiaramente il momento delle scuse". Sono passati 11 anni dal massacro della Diaz. 11 anni per vedere riconosciute, attraverso tre gradi di giudizio, le colpe della Polizia. E all'indomani della sentenza di condanna definitiva dei vertici arrivano le scuse del capo della Polizia Antonio Manganelli: "Le scuse ai cittadini che hanno subito danni e anche a quelli che, avendo fiducia nell'istituzione-Polizia, l'hanno vista in difficoltà per qualche comportamento errato ed esigono sempre maggiore professionalità ed efficienza". "Orgoglioso di essere il Capo di donne e uomini che quotidianamente garantiscono la sicurezza e la democrazia di questo Paese - dice ancora Manganelli - rispetto il giudicato della magistratura e del principio costituzionale della presunzione d'innocenza dell'imputato, fino a sentenza definitiva. Per questo, l'istituzione che ho l'onore di dirigere ha sempre ritenuto fondamentale che venisse salvaguardato a tutti i poliziotti un normale percorso professionale, anche alla luce dei non pochi risultati operativi da loro raggiunti. Ora, però, è il momento delle scuse".

6 luglio 2012

Le notizie del sito diregiovani.it sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia Dire» e l'indirizzo «www.diregiovani.it»

  • CONDIVIDI:




COMMENTI