BIODIVERSITA'. LIPU: IN TUNISIA LIBERO ESEMPLARE CORRIONE BIONDO
10 luglio 2012

(DIRE) Roma, 10 lug. - "Si è guardato intorno un po’ smarrito, poi ha preso coraggio e si è inoltrato, finalmente libero, nel deserto". Così si è felicemente conclusa in Tunisia, nei giorni scorsi, l’avventura di un esemplare di corrione biondo (Cursorius cursor), un rarissimo limicolo simile alle pernici di mare, ritrovato bagnato e infreddolito lo scorso ottobre in un parcheggio di Massa. Lo annuncia oggi la Lipu-BirdLife Italia.

L’animale "è stato curato e ospitato per lunghi mesi dal Centro recupero uccelli marini e acquatici (Cruma) della Lipu a Livorno, dopo essere stato soccorso, per le prime cure, dal centro Wwf L’Assiolo di Massa Carrara" spiega una nota Lipu.

Assente dalla Toscana da 40 anni, avvistato l’ultima volta in Italia nel 1987, "la specie è una vera 'accidentale' per il nostro Paese- continua la nota- il corrione biondo, infatti, è classificato da BirdLife International ‘Spec 3’, ossia specie non concentrata in Europa ma con status di conservazione sfavorevole".

Missione compiuta, "il corrione è finalmente tornato nel suo ambiente naturale” esulta il Cruma, e anche l’ambasciata tunisina a Roma si complimenta con la Lipu per l’operazione.

"Siamo particolarmente soddisfatti di aver salvato questo raro esemplare– conclude Marco Gustin responsabile Specie e ricerca Lipu-BirdLife Italia– sempre più difficile da vedere perché negli areali di nidificazione in Africa risulta purtroppo in declino".

Le notizie del sito diregiovani.it sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia Dire» e l'indirizzo «www.diregiovani.it»

  • CONDIVIDI:




COMMENTI