Berlusconi ritorna al futuro: "Il nuovo Pdl si chiamerà... Forza Italia"
16 luglio 2012

ROMA - Il nuovo nome del Pdl è il nome vecchio: Forza Italia. Per ri-scendere in campo, Berlusconi, ri-propone il vecchio slogan anni 90. Lo annuncia in un'intervista alla Bild. Un ritorno al passato non solo di facciata, visto che l'ex premier, al giornale tedesco, è tornato su tutte le tematiche a lui care, giustizia in primis: il bunga bunga? Una "campagna di diffamazione da parte della magistratura, che in parte è di sinistra. Tutte le accuse si dissolveranno nel nulla, come negli altri processi, che sono stati fatti contro di me. Erano più di 50 o io ho pagato più di 428 milioni di euro per avvocati e consulenze giuridiche. Non credo che qualcun altro oltre me avrebbe resistito a così tanti attacchi".

L'economia? "Noi ci auguriamo una Germania più europea e non un'Europa più tedesca. Al momento si avverte una certa supremazia tedesca in Europa. E proprio per questo noi auspichiamo da Berlino una politica europea lungimirante, solidale e aperta".

La crisi? "E' impregnata di una sorta di profezia che si auto-avvera, cioè il fattore psicologico è una delle cause principali della crisi. Io invece sono del parere che sia compito di un governo creare un clima di ottimismo e fiducia".

Infine la critica ai "piccoli partiti": "Gli italiani votano male. Abbiamo ottenuto il 37,8% nelle ultime elezioni, e siamo stati costretti a includere nella coalizione i partiti minori. Purtroppo i partiti piccoli non pensano al Paese e al bene comune, ma sempre e solo alle piccole ambizioni politiche dei loro piccoli capi".

16 luglio 2012

Le notizie del sito diregiovani.it sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia Dire» e l'indirizzo «www.diregiovani.it»

  • CONDIVIDI:




COMMENTI