Quando il sesso provoca dolore...
28 giugno 2012
vaginismoL’atto sessuale è un’esperienza totalizzante e coinvolgente, l’espressione massima dell’incontro con l’altro e del sentimento reciproco, ma non sempre viene vissuto come un momento felice, proprio perché il sesso è costellato da aspetti che vanno oltre l’atto in sé.
Il vaginismo nella donna è un disturbo sessuale che può compromettere la fase della penetrazione a causa di un’involontaria contrazione dei muscoli che circondano l’accesso vaginale collegata a sensazioni dolorose. La vagina, in sé, non è affatto stretta: è anzi l'organo del corpo forse in assoluto più elastico e distensibile, visto che durante il parto consente il passaggio di un bambino. Poche donne sanno che questo muscolo è soggetto a controllo sia volontario sia involontario. Nelle donne che soffrono di vaginismo, questo muscolo è invece contratto eccessivamente e in modo involontario. La contrazione può variare da una forma lieve, che induce una certa tensione e disagio, fino a forme gravi, che impediscono la penetrazione. Se non c’è un disturbo organico e la donna non ha problemi fisiologici, lo spasmo muscolare può nascere dal timore della penetrazione in sé o dalla paura del dolore.
Le cause fisiche e biologiche del vaginismo sono state per decenni trascurate, in quanto se ne è vista solo la componente psichica. In realtà, anche la fobia ha una base neurobiologica: nelle donne che soffrono di vaginismo sono più reattive le parti del cervello che coordinano i livelli d'ansia. Questo fenomeno è abbastanza diffuso, ci sono molte ragazze che vivono la sessualità come un momento spaventoso, sia per un’educazione culturale piuttosto rigida, sia perché non si sentono pronte e subiscono pressioni dal partner, sia per la semplice paura di rimanere incinta. Spesso la coppia condivide una simmetrica paura rispetto alla penetrazione: lei ha paura di essere penetrata e lui ha paura (inconsciamente) di penetrare. Ecco perché è indispensabile valutare la coppia, e non solo la donna che soffre di vaginismo.
La dispareunia, invece, indica una condizione dolorosa avvertita dalla donna durante il rapporto sessuale, in prossimità della zona che interessa la vagina. Può essere di vari tipi (multisistemica, multifattoriale e complessa) e, come il vaginismo, può avere cause psicologiche, biologiche e relazionali.
La riluttanza ad avere rapporti può portare una forte frustrazione, un profondo senso di inadeguatezza e spesso delle tensioni di coppia.
In ogni caso, è importante sapere che è un freno che si può allentare, è essenziale affrontarlo cercando di capire quali sono le cause, magari parlandone con la partner e con figure professionali come sessuologi e/o ginecologi.

Lo sapevi che...

Circa il 35% dei partner di donne che soffrono di vaginismo (secondo gli ultimi studi presentati all'ultimo congresso dell'European Federation of Sexology) presentano problematiche sessuali quali difficoltà a mantenere l’erezione o eiaculazione precoce: spesso questi sintomi esprimono l’ansia di penetrare e la paura di far male alla compagna, già così spaventata dal vaginismo.

Circa al 15% delle donne che effettuano una visita per difficoltà nel rapporto sessuale viene riscontrato il vaginismo. Cifra che tende ad aumentare se si pensa a tutte le donne, o le coppie, che hanno difficoltà a manifestare di vivere questa condizione.

Si stima che la dispareunia colpisca il 12-15% delle donne in età fertile e circa il 45% delle donne nel periodo post menopausa.


Dubbi e domande...

Vanessa, 18 anni
Non ho mai avuto un rapporto completo per paura. So che esiste il vaginismo... vorrei saperne di piu'...

Anonimo
Prima dei rapporti tra noi, ci sono dei preliminari, però la stimolazione deve essere per forza con le dita, poichè lei, se questa non è tale, prova dolore e questo dolore è prolungato poi dopo il rapporto, ed è talmente forte che la porta alle lacrime. È normale?...

Anonima
Durante il rapporto ho sentito un pò di dolore... a distanza di una settimana tutto passato, fino a ieri, che durante la penetrazione ho avvertito di nuovo dolore, a causa del dolore mi irrigidisco e scompare dopo la penetrazione e quindi durante il rapporto, ma mi ricompare dopo o quando torno a casa.... come mi devo comportare adesso? cosa può essere?





  • CONDIVIDI:




COMMENTI
RUBRICHE