Dal tampone vaginale è uscito: escherichia coli altissima e candida...

Dal tampone vaginale è uscito: escherichia coli altissima e candida…

Gentilissima Dott.ssa,
l’ultima mia mestruazione è avvenuta il 3 giugno ma alla data di oggi avverto un turgidamento dei seni e non so se sono incinta. Vorrei aspettare minimo dopo il 3 luglio per essere sicura. Il problema è che circa 4 gg fa ho fatto il tampone vaginale da cui mi è uscito: escherichia coli altissima e candida. Il ginecologo mi ha dato Ciproxin in base all’antibiorgramma e Melicon per la candida. Se fossi incinta di 2 3 settimane il feto correrebbe rischi? potrei abortire? grazie mille anticipatamente per la risposta.

Luigia


Cara Luigia,
dal racconto che ci fai nella tua mail ci rendiamo conto della tua preoccupazione, ma vorremmo rassicurarti consigliandoti di affrontare la situazione gradualmente.
Se non hai ancora preso i farmaci, contatta anche telefonicamente il medico che te li ha prescritti e spiegagli la situazione, così saprà consigliarti per il meglio.
Se, invece, hai già preso i farmaci, per prima cosa ti conviene aspettare l’arrivo del ciclo e, nell’eventualità ritardi di qualche giorno, sottoporti ad un semplice test di gravidanza che potrai tranquillamente acquistare in farmacia. A quel punto, se il test dovesse risultare positivo, la cosa migliore che puoi fare è rivolgerti al tuo ginecologo di fiducia che sicuramente ti prescriverà degli accertamenti strumentali e delle analisi di laboratorio per valutare l’eventualità, speriamo remota, di abortire. Sicuramente in gravidanza è consigliabile non assumere alcun tipo di farmaco per evitare rischi di malformazioni per il feto ma, prima di allarmarsi e correre ai ripari, è bene valutare a fondo la situazione considerando che spesso i rischi dipendono dalle quantità elevate di farmaci assunti oltre alla tossicità degli stessi. Rimaniamo a disposizione per ogni tuo eventuale dubbio. Cari saluti!

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it