E' vero che il preservativo non è poi così sicuro nei rapporti?...

E’ vero che il preservativo non è poi così sicuro nei rapporti?…

Buongiorno gentili esperti, vorrei cortesemente porvi una domanda, sono una ragazza di 18 anni e fino a pochi istanti fa ero praticamente convinta che il preservativo fosse una delle precauzioni migliori durante un rapporto sessuale, però da come ho potuto leggere su internet sembra che esso non sia tanto sicuro anzi, rischioso! Quindi la domanda che voglio farvi è: è vero che il preservativo non è poi così sicuro? Se quanto ho letto corrisponde a verità, allora quale precauzione può essere considerata migliore sia per prevenire a qualsiasi tipo di malattia che ad una eventuale gravidanza? Mi scuso per il disturbo causatovi. Aspetto con ansia una vostra risposta.

Anonima, 18 anni


Cara Anonima,
il preservativo è un metodo anticoncezionale tra i più sicuri. Le ricerche riportano un margine di affidabilità che oscilla tra il 93% e il 97%.
Nei casi in cui il profilattico “fallisce”, le cause possono essere diverse: inappropriato uso del metodo (inserimento solo poco prima dell’eiaculazione, uso solo quando si pensa che vi sia l’ovulazione senza considerare che l’ovulazione può ritardare o anticipare); rottura del profilattico.
Per avere la massima sicurezza, è saggio usare SEMPRE il profilattico, fin DALL’INIZIO del rapporto, IN QUALSIASI GIORNO del ciclo.
Usato in modo adeguato il profilattico costituisce un ottimo metodo, sia come contraccettivo, sia come protezione nei confronti delle malattie sessualmente trasmesse.
Come metodo anticoncezionale alternativo e molto affidabile (con una sicurezza intorno al 98/99%) c’è la pillola anticoncezionale, tuttavia questa non protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili.
Quindi puoi continuare ad usare con tranquillità il preservativo, basta avere delle piccole accortezze.
Se hai altri dubbi o domande noi restiamo a tua disposizione. Saluti!

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it