Sono passati venti giorni dall’assunzione della pillola del giorno dopo…

E’ sempre necessario fare il test o posso stare tranquilla?…

Gentili Dottori,
innanzitutto grazie per la risposta, mi avete tranquillizzata molto e ho apprezzato molto la comprensione e i toni utilizzati.
Sono passati venti giorni dall’assunzione della pillola del giorno dopo (17/1). In data 23 gennaio ho avuto una specie di ciclo che è durato 5 giorni come sempre, soltanto un po’ meno abbondante del solito. Ricordo che la mestruazione precedente era iniziata il 2 gennaio, quindi questo ciclo è comparso con circa una settimana d’anticipo.
Non so se avrei dovuto avere un ciclo anche ai primi di febbraio (quindi, in pratica, tre giorni dopo la fine dell’ultimo), così come avrebbe dovuto essere senza l’assunzione della pdgd o se invece posso considerare quello in anticipo un segno di “scampato pericolo”.
E’ sempre necessario fare il test o posso stare tranquilla?
In ultimo vorrei anche chiedere se posso iniziare ad usare l’anello contraccettivo dal prossimo ciclo o se, data l’elevata dose di ormoni assunta, è meglio aspettare qualche mese.
Grazie

M.


Cara M.,
ci fa molto piacere esserti stati utili.
La comparsa della mestruazione, successivamente all’uso della pillola del giorno dopo, si verifica senza grandi variazioni in anticipo o ritardo rispetto alla data prevista. Se comunque si verifica un ritardo significativo (5-7 giorni), tenuto conto della efficacia non assoluta, è consigliabile fare un test di gravidanza. Nel tuo caso, visto che il ciclo è arrivato in anticipo e hai assunto in modo corretto la pdgd, non è necessario effettuare il test.
Per quanto riguarda l’anello vaginale potresti iniziare ad usarlo già dal prossimo ciclo, però è necessario che tu faccia una visita dal ginecologo e che ti sottoponga a delle analisi di controllo per maggiore sicurezza.
Restiamo a tua disposizione per eventuali altre richieste. Saluti!