Mi rivolgo a voi per togliermi un dubbio sull’assunzione degli antibiotici…

Ho sempre saputo che è valida la regola dei 7 giorni…

Buongiorno, mi rivolgo a voi per togliermi un dubbio sull’assuznione degli antibiotici con la pillola anticoncezionale. se vengono assunti degli antibiotici durante l’assunzione della pillola, ho sempre saputo che è valida la regola dei 7 giorni. ossia, usare un altro metodo contraccettivo per tutta la durata della cura con gli antibiotici e per tutti i 7 gg consecutivi alla cura. dopo quei sette giorni, la protezione può reputarsi buona e quindi non c’è più bisogno di un altro metodo contraccettivo. ma io mi chiedo, se così dicono, ossia che dopo quei 7 giorni la protezione ritorna, ciò significa che la protezione c’è comunque anche nella settimana di sospensione quando non si prende nessuna pillola?!? vi faccio un esempio. prendo un antibiotico per 7 gg la prima settimana del blister. per tutta la settimana mi proteggo e mi proteggo anche i sette giorni successivi col preservativo, nonchè la seconda settimana. la terza settimana teoricamente posso avere di nuovo rapporti non protetti perchè la pillola ha ripreso a funzionare… ma la settimana di sospensione, ovvero la quarta?? le pillole assunte correttamente (intendo dire, senza antibiotici e fenomeni di vomito ecc) dalla 2° settimana fino alla fine della 3°, bastano lo stesso a coprirci anche nella settimana di pausa, anche se la 1° settimana di pillole è come se non l’avessimo presa per via degli antibiotici, oppure no? E poi altro caso: se gli antibiotici venissero assunti nella settimana di sospensione della pillola (per ipotesi, per tutti i 7 giorni), in questo caso la protezione contraccettiva ci sarebbe comunque in quella settimana, avendo preso tutte le 21 pillole precedenti correttamente senza altri medicinali, oppure gli antibiotici sono così forti che riescono ad abbassare la protezione contraccettiva anche se le pillole sono già state assunte e assimilate tutte nei 21 giorni precedenti? e nel caso in cui la protezione fosse stata compromessa, per quanto tempo bisogna usare protezioni aggiuntive? vale anche in questo caso la regola dei 7 giorni, ossia aspettare una settimana dall’apertura del blister nuovo prima di essere coperte nuovamente soltanto con la pillola? Vi ringrazio in anticipo per la risposta.

Naty


Cara Naty,
prima di tutto bisogna tenere presente che non tutti i farmaci interagiscono con la protezione della pillola e non sempre è necessario usare metodi di barriera aggiuntivi.
Di solito le medicine che interferiscono sono gli antibiotici, ma non tutti e nel caso potrebbero abbassare l’effetto contraccettivo, non necessariamente eluderlo. Normalmente le interazioni sono scritte nel foglietto illustrativo di ogni farmaco.
Per queste ragioni e per stare più tranquilla in futuro, ti consigliamo di parlarne direttamente con il tuo ginecologo o con il medico che ti prescrive l’antibiotico e farti dire, caso per caso, come ti devi comportare. Puoi farti dare delle indicazioni per le necessità che pensi di poter avere, in modo da non dover essere nel dubbio ogni volta.
Per quanto riguarda le situazioni specifiche a cui fai riferimento, se hai assunto correttamente la pillola e ti sei protetta con un metodo di barriere durante l’assunzione dell’antibiotico e nei sette/dieci giorni successivi, la copertura anticoncezionale c’è anche durante i sette giorni di pausa. Se assumi l’antibiotico durante la pausa dalla pillola, la procedura non cambia: si devono utilizzare comunque metodi di barriera durante la cura con antibiotici e nei giorni successivi. Inoltre dobbiamo specificare che non tutti i dosaggi di pillola hanno bisogno dello stesso numero di giorni consecutivi di assunzione senza interferenze per garantire di nuovo la copertura anticoncezionale, per questo è sempre meglio farsi dare un consiglio specifico dal medico che ti segue e seguire le indicazioni specifiche per ogni farmaco.
Un caro saluto!