La ginecologa mi ha dato una cura da seguire in due x evitare il ping pong...

La ginecologa mi ha dato una cura da seguire in due x evitare il ping pong…

Buongiorno dottore. ho fatto un tampone dal quale sono risultate candida e ureaplasma. Intanto mi chiedo che genere di infezione è? può essere grave se trascurata? la ginecologa mi ha dato come cura miraclin e flumicon più ovuli acticand. dice che era una cura da seguire in due x evitare il ping pong. purtroppo il mio partner non ha disturbi e non ha voluto seguire la cura. ed ecco che dopo i rapporti le perdite ricompaiono! oggi ho chiamato una nuova ginecologa che ha prescritto oflocin 200 x 4 giorni solo a me. non so se prenderli e cmq dato ke il problema torna sempre dopo i rapporti.. x quanto tempo posso assumere questi farmaci o ripetere queste cure? vorrei prendere qualcosa per la disinfezione immediatamente prima o dopo i rapporti.. non so ovuli, gel o lavande? lui non vuole fare la cura xké non avverte assolutamente niente.. ed io nn riesco a persuaderlo al momento e mi sento impotente, x cui Vorrei poter fare qualcosa da me nel attesa di convincerlo. La dottoressa non mi da alcun consiglio e mi mette quasi in soggezione a chiedere. Non so forse potrei prendere qualcosa di omeopatico? mi consigliavano dei tamponi con olio essenziale di the.. Sono preoccupata ed in confusione. Vorrei una dritta. Grazie,

Cara Anonima,
l’ureaplasma è una malattia che si trasmette prevalentemente per via sessuale, colpisce soprattutto soggetti debilitati o che siano già stati affetti da infezioni genitali. La candida, infezione da funghi, può causare prurito, bruciore, dolore e irritazione.
Per prevenire queste infezioni è consigliabile avere rapporti sessuali protetti e seguire norme igieniche corrette. Possono ricomparire e vanno comunque sempre curate adeguatamente perchè, anche se in pochi casi, se si ripetono spesso e vengono trascurate possono portare altre infezioni e influire sulla fertilità.
Se il problema si ripresenta ogni volta che hai rapporti sessuali, evidentemente non sei ancora guarita del tutto o sei stata nuovamente “contagiata”. Il fatto che il tuo partner non manifesti sintomi non significa che non sia portatore delle infezioni. Sarebbe davvero rispettoso nei tuoi e nei suoi confronti che lui facesse la cura. Inoltre, durante il periodo di assunzione dei farmaci sarebbe meglio astenersi dai rapporti sessuali. Comunque, se lui non si vuole curare, ti consigliamo di utilizzare sempre un preservativo durante i rapporti intimi e di usare una particolare attenzione all’igiene personale, utilizzando detergenti a ph leggermente acido, che non contengano sostanze alcoliche, allergizzanti o profumi.
Ad ogni modo, è opportuno mantenere un contatto costante con il ginecologo che ti tiene in cura e monitorare la situazione, è possibile che l’infezione sia ancora presente e che debba essere curata adeguatamente. Capiamo che può essere imbarazzante parlare di questi disturbi, ma ribadiamo che non vanno trascurati. Puoi pensare di chiedere un parere a un’altra ginecologa se non ti trovi bene con quella che ti segue attualmente.
Noi restiamo a tua disposizione per ulteriori chiarimenti.
Un caro saluto!
,Anonima,02-03-2012,Sessualità,malattie sessualmente trasmissibili

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it