È possibile intervenire in qualche modo per cercare di prevenire eventuali problematiche, nel caso dei condilomi?...

È possibile intervenire in qualche modo per cercare di prevenire eventuali problematiche, nel caso dei condilomi?…

Buonasera, vorrei sapere cortesemente se è possibile intervenire in qualche modo per cercare di prevenire eventuali problematiche, nel caso dei condilomi. Dopo aver fatto sesso non protetto con una partner occasionale tre giorni fa, mi ha telefonato la sera stessa per dirmi che aveva avuto questa malattia ma che era stata operata. Non so neanche se il contagio è matematico o se ci possono essere possibilità di non averlo contratto, ma nella peggiore delle ipotesi è possibile fare qualcosa prima dell’insorgenza manifesta dei sintomi?
Grazie,

Caro Paolo,
i condilomi sono particolari lesioni dell’apparato genitale, causate dal virus HPV (Human Papilloma Virus).
Le lesioni da HPV che causano alterazioni del collo dell’utero nella donna, in genere non causano lesioni nel maschio.
Nel caso specifico, riteniamo che sia possibile, ma non sicuro, anche in assenza di condilomi perché operati, un contagio del virus, visto che il rapporto è stato non protetto.
A questo punto, l’unico modo per capire se hai contratto il virus è quello di eseguire il test all’acido acetico che, però , non è un esame specifico al 100%, infatti può essere positivo anche se non si è contagiati dall’HPV. L’altro test idoneo è la ricerca dell’HPV sul glande e sull’uretra con apposito perlievo (Brush test). Sarebbe utile sapere quale ceppo del virus ha contratto la tua partner in quanto nell’uomo tale virus raramente provoca patologie degne di nota.
Ad ogni modo, ti consigliamo di rivolgerti al tuo medico per un consulto più mirato e specifico, sarà lui a prescriverti gli esami da fare.
In generale, per tutelarsi dal contagio di questo virus, vanno evitati i rapporti sessuali a rischio e comunque va utilizzato sempre il preservativo. Anche lo stile di vita conta e quindi sarebbe auspicabile evitare le abitudini di vita sbagliate e un’alimentazione squilibrata e povera di vitamine.
Un caro saluto!,Paolo, 27 anni,12-04-2012,Sessualità,malattie sessualmente trasmissibili

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it