Uno spazio per tutti, scenari di competizione

Uno spazio per tutti, scenari di competizione

Nessuno vuole guerre stellari. L’outer space, lo spazio al di fuori dell’atmosfera terrestre, quella specie di cielo di tutti e di nessuno, nel quale attività di security e di intelligence, climatologia, telecomunicazioni, monitoraggio delle emergenze civili e militari definiscono un complicato assetto geopolitico, ha bisogno di una regolamentazione, di un sistema di leggi condivise. A Vienna è stato lanciato ufficialmente un processo diplomatico multilaterale per discutere l’iniziativa comunitaria di un “codice di condotta spaziale”. Alla riunione si sono presentati 110 partecipanti, provenienti da “oltre 40 paesi”. Ad ottobre, a New York, inizierà il negoziato.

Ce ne parlano: Mariano Bizzarri – Responsabile Comitato Tecnico Scientifico ASI ed Enrico Saggese – Presidente Asi

Nelle News: Un buco nei ghiacci per prevedere i cambiamenti del clima – La Terra gira in ritardo – Kepler individua altri “gemelli diversi”


 

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it