Si pu� odiare la propria madre?...

Si pu� odiare la propria madre?…

Si può odiare la propria madre?
Ho da sempre avuto un perenne rapporto conflittuale con mia madre, mi irrita il suo modo di fare, quello che dice.. a volte è come se lei vivesse una sorta di competizione con me nei confronti di mio padre.. spesso mi mette in imbarazzo davanti ai familiari..una volta mi ha insultata pesantemente davanti a tutta la famiglia riunita a causa di una discussione cui lei era proprio estranea.. si lamenta di me per qualsiasi cosa che faccio, perchè ovviamente tutto quello che faccio io non rientra nei suoi schemi morali. Posso assicurare che non bevo, non mi drogo, non fumo e non l’ho mai fatto. E nonostante ciò io per lei sono una "bestia" (testuali parole). Ammetto di avere un caratterino particolare, ma giuro che nei suoi confronti cerco sempre di modellare i lati peggiori di me. Solo che certi suoi modi di dirmi le cose proprio mi fanno svalvolare. Secondo lei sono incapace di fare qualsiasi cosa.. Spesso attribuisco a lei la mia totale mancanza di autostima, proprio per questo suo modo di dirmi le cose. Non ha tatto. Pretende che io non commetta mai errori, senza rendersi conto che talvolta sbagliare può essere costruttivo. Ma io non posso essere perfetta come lei mi vuole.. ho appena compiuto 23 anni e per tante cose devo ancora crescere..
Bene, le voglio bene ma sono più le volte in cui vorrei proprio che sparisse anche solo per un giorno, o per il tempo giusto necessario a farmi capire che lei è una figura importante.. so che un giorno rimpiangerò queste parole..mi faccio schifo da sola pensandole,

Cara G.,
dalle tue parole si capisce che ci tieni molto a tua madre e che ti dispiace che il vostro rapporto non sia idilliaco. E’ molto difficile capire perché siate arrivate a questo punto, perché la relazione con i propri genitori è complessa e delicata, fatta di fasi e di un passato importante, ma siamo certi che valga sempre la pena fare uno sforzo per recuperare una comunicazione sincera.
Potrebbe essere utile parlare con lei nei momenti in cui non state discutendo, per dirle come ti senti e cosa ti manca. A volte, gli adulti, forti della propria esperienza e del proprio ruolo di educatori, rischiano di eccedere, nel tentativo di rendere i figli migliori, rischiando, forse, di perderli di vista nella loro individualità. Ti consigliamo di non colludere con lei e di rompere la dinamica della competizione, probabilmente, se tua madre ti vedesse meno “agguerrita”, abbasserebbe la guardia (del resto, per tua stessa ammissione, dici di avere un bel caratterino!).
Ci chiediamo qual è il ruolo di tuo padre in tutto ciò, prova a parlarne anche con lui, chissà, potrebbe fare da ponte tra voi due invece di essere l’oggetto della discordia!
Capiamo che sia difficile modificare determinate dinamiche, ma tu sei giovane e hai l’energia per cambiare e per conquistare attivamente la tua serenità!
Facci sapere…
Un caro saluto!,G., 23 anni,21-01-2013,Relazioni familiari,madre

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it