Ho avuto un episodio di petting accompagnato dal timore...

Ho avuto un episodio di petting accompagnato dal timore…

Salve dottore,
volevo chiederle delle spiegazioni….il 16 gennaio scorso ho avuto un episodio di petting accompagnato dal timore che potesse esserci stato qualche contatto tra la mia vagina e la mano sporca di L.S del mio ragazzo. Il 17 gennaio ho notato le perdite ‘’abbondanti’’ dciciamo tipiche dell’ovulazione (e facendo due calcoli) aspettavo il ciclo per l’ febbraio. Il ciclo è tornato il 29 gennaio: primo giorno flusso leggero, 2 giorno abbondante, 3 giorno(oggi) normale…ora..i miei cicli mestruali vanno dai 28 ai 31 gg…e tutta questa spiegazione per chiederle se è necessario che io esegua un test o posso stare tranquilla che non sia successo nulla! Sono una ragazza molto ansiosa…. e questo ‘’anticipo’’ è la cosa che mi preoccupa…o le perdite non sono ‘’attendibili’’ per il calcolo delle mestruazioni successive? La saluto e la ringrazio anticipatamente per la risposta.
,

Cara Irene,
con il petting, quando il contatto del liquido seminale è solo esterno, non ci sono rischi di gravidanza. Perché avvenga il concepimento, è necessario che gli spermatozoi incontrino gli ovociti, quindi a seguito di un rapporto completo con eiaculazione interna.
Detto ciò, riteniamo che l’arrivo delle mestruazioni, anche se leggermente anticipato, possa allontanare ogni dubbio. Può succedere che il ciclo subisca delle variazioni quanto a durata, quantità e data di arrivo, dovute a cause diverse: stress, alimentazione, assunzione di farmaci e/o droghe, sbalzi ormonali, cambio di stagione, etc… Ma il più delle volte si tratta di episodi passeggeri, e nel giro di poco tempo rientra tutto nella normalità.
Perciò, ti consigliamo di tranquillizzarti e di rivolgerti al tuo ginecologo se dovessi notare delle variazioni significative nel tuo ciclo.
Un caro saluto!
,Irene, 21 anni,01-02-2013,Sessualità-SeSso è meglio,petting

Autore: s.felici
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it