La mappa della vegetazione terrestre vista dallo Spazio

La mappa della vegetazione terrestre vista dallo Spazio

Una mappa solo della vegetazione terrestre, completa e alla più alta risoluzione mai raggiunta. A realizzarla è stato Suomi NPP (National Polar-Orbiting Partnership), il satellite artificiale della Nasa, che ha ottenuto una dettagliatissima ‘fotografia’ della Terra, escludendo oceani e nuvole.

Le immagini illustrano la differenza tra le aree verdi e quelle più aride: per farlo, lo strumento VIIRS (Visible and Infrared Imaging and Radiometer Suite) del satellite ha misurato la quantità di luce visibile e del vicino-infrarosso riflessa dalla superficie. Le piante, infatti, assorbono tutta la luce visibile tranne il verde e riflettono molta luce nel vicino infrarosso e nel visibile (alla lunghezza d’onda che corrisponde proprio al colore verde che percepiamo nitidamente). Rispetto alle zone desertiche o aride, le aree verdi mostrano dunque più luce nel vicino infrarosso e molta meno luce visibile come si può vedere dall’immagine



Le prestazioni di VIIRS sono molto elevate: acquisisce 330 megabyte di dati al minuto per una settimana, con un’alta risoluzione – anche 500 metri per pixel -, come mostra, per esempio, la dettagliata mappa del delta del fiume Mississipi



Ma non è tutto. Confrontando le mappe delle diverse settimane, infatti, i ricercatori riescono a stimare i cambiamenti nella distribuzione delle piante. Tali variazioni possono annunciare dei "nuclei di siccità" e mettere in guardia da minacce di incendi o anche da focolai di malaria. “Come la vegetazione cresce in Africa sub-sahariana, così fa il rischio di malaria”, spiegano al New Scientist dalla National Oceanic and Atmospheric Administration (Noaa), che ha realizzato la mappa. “Gli indici della vegetazione offrono alle organizzazioni mondiali della salute il tempo che serve per distribuire rifornimenti e medicine”.

In generale, sembra il che pianeta stia diventando più verde e, dato interessante, che la vegetazione stia aumentando a Nord, dove le emissioni di carbone stimolano la fotosintesi.

Riferimenti e credits immagini: NASA/NOAA/GALILEOnet



The Rocky, Cascade, and Coast Mountain Ranges dominate the landscape of the Pacific Northwest. Potato and other agriculture can be seen in the bottom center of the image as the Rockies give way to the plains of Idaho


Amidst the deserts of Egypt, the Nile River provides life-sustaining water to the region. Also visible are the urbanized areas of northern Egypt


Dense boreal forest in Central Russia near the town of Langepas


While the surrounding area became more green, irregularly shaped areas of lesser vegetation are the burn scars left by massive wildfires near the Russian town of Langepas


The "river of grass" extending south of Lake Okeechobee shows clear signs of its modified state with areas of dense agriculture, urban sprawl and water conservation areas delineated by a series of waterways that crisscross Southern Florida


The Mississippi and its many tributaries empty into the Gulf of Mexico – and where these two bodies of water meet lies 40% of the salt marsh in the contiguous United States


Farmland straddles the Platte River in Nebraska. This region produces around 40% of the annual corn yield for the U.S. and nutrient input from this region drives aquatic and marine ecosystems from the Mississippi watershed to the Gulf of Mexico


The Tigris (north) and Euphrates (south) Rivers create a fertile crescent through central Iraq


Moisture from the Caspian Sea precipitates on the northern edge of the Elburz Mountains, and on the southern edge, deserts emerge in the rain shadow


Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it