Nasa: ritorno sulla Luna per indagare i misteri dell'atmosfera

Nasa: ritorno sulla Luna per indagare i misteri dell’atmosfera

La missione targata Nasa per tornare ad esplorare la Luna. L’obiettivo è quello di tornare a scoprire i segreti e rispondere a tante domande che gli scienziati continuano a porsi circa la sua struttura e cosa la compone. Il cuntdown terminerà il 6 settembre, momento in cui l’ente spaziale lancerà il veicolo Ladee (Lunar Atmosphere and Dust Environment Explorer).


Video streaming by Ustream


Ladee analizzerà i misteriosi raggi crepuscolari scoperti dalle missioni Apollo 8, 10, 15 e 17 ma mai giustificati realmente con mezzi scientifici.


Sulla Luna, questi raggi non dovrebbero vedersi. "La Luna ha ancora un’atmosfera, anche se molto piu’ tenue della nostra", ha spiegato Richard Elphic, scienziato responsabile di Ladee. "E’ una miscela impalpabile – ha continuato – di argon-40 che filtra dal terreno a causa del decadimento radioattivo dell’interno del satellite, oltre a elio, sodio, potassio. E’ mille miliardi meno densa di quella della Terra e nessun gas e’ presente in quantita’ sufficiente a spiegare i raggi crepuscolari".


Il tassello mancante di questo puzzle potrebbe essere la polvere: quando la luce del Sole cade sulla Luna, le radiazioni Uv elettrificano il terriccio non protetto e forse fanno salire verso l’alto i granelli di polvere lunare, che vanno a incontrare i gas gia’ presenti; questo potrebbe spiegare i raggi crepuscolari visti dagli astronauti.


Il lancio avverrà dallo spazioporto di Wallops, in Virginia, il Wallops Flight Facility, venerdì sera alle 23:27 (le 5.27 di sabato 7 in Italia).


CURIOSITA’. La sonda sarà lanciata a bordo del razzo a cinque fasi Minotaur V, un missile balistico convertito per l’occasione in veicolo di lancio.


(images: NASA)

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it