Il mio compagno ha una bambina di 5 anni che è molto legata a me...

Il mio compagno ha una bambina di 5 anni che è molto legata a me…

Salve,
vi scrivo per una serie di domande e perplessità che mi girano in testa. Il mio compagno ha una bambina di 5 anni che è molto legata a me, stiamo insieme da 2 anni e frequento la bambina da un anno e mezzo ogni fine settimana è da noi ho un rapporto molto bello con la bambina, ultimamente ho notato delle cose che mi hanno fatto un pò preoccupare. Non vuole dormire, appena cala la sera comincia a dire che non vuole dormire fa fatica ad addormentarsi spesso piange e quando si addormenta si sveglia dopo un paio d’ore piangendo… in questi casi il padre la raggiunge nel suo lettino e spesso resta lì con lei se ritorna in camera dopo qualche ora la bimba si risveglia e chiede sempre "Quando ci svegliamo?". Più volte ha raccontato di avere avuto brutti sogni, uno me l’ha anche raccontato mi ha detto di aver sognato di un bambino che si era perso e che cadeva. A casa della madre non dorme nella sua camera ma nel letto con la madre, ho pensato che il problema fosse scaturito da questo anche se fino a qualche mese fa la bambina dormiva contenta in camera sua quando veniva da noi anzi aveva cominciato ad addormentarsi da sola ed era orgogliosa di questa cosa. Sono preoccupata perchè mi è capitato di alzarmi la notte e andare io da lei e l’ho trovata in lacrime con il volto segnato, mi verrebbe da dire, dallo stress. Ultimamente è capricciosa e estremamente disobbediente con la madre.
Non sono la madre e non posso intervenire però non riesco a stare a guardare.,Anonima, 41 anni,09-01-2014,Disagio emotivo e/o psicologico,

Cara Anonima,
capiamo la tua preoccupazione perchè vedere una bambina così piccola soffrire e non sapere cosa fare per aiutarla è davvero pesante. Tu stai in una posizione difficile perchè non è la tua bambina, di conseguenza non puoi prendere decisioni importanti. I problemi del sonno nei bambini così piccoli possono essere indice di ansia o di un disagio emotivo di diversa entità, ma possono essere anche l’espressione di un certo tipo di metodo educativo. In altre parole, è possibile che la bambina non sia stata abituata da piccola a dormire nel suo lettino e quindi viva questa condizione come un abbandono. Spesso può succedere che quando i genitori si separano i bambini (anche quelli che dormono nel loro lettino) tornino a dormire nel lettone con mamma e/o papà in una sorta di "mal comune mezzo gaudio" che, detto fra noi, serve più ai genitori che ai bambini. Nel caso della bambina del tuo compagno bisognerebbe sapere se la bambina manifesta un qualche disagio anche con la madre. Sarebbe importante che il padre riuscisse a parlare con la madre il più serenamente possibile per aiutare la bambina insieme: infatti un aiuto concreto potrebbe essere solo quello deciso coralmente dalla coppia genitoriale. Detto questo, l’aiuto che tu e il tuo compagno potete darle è di trovare un modo per far stare più tranquilla la bambina, nel momento del sonno: per esempio fare insieme delle modifiche alla stanza in modo che lei la senta più sua e più accogliente, oppure un rituale nuovo prima di andare a dormire, un pupazzo nuovo da scegliere insieme che la possa far stare più tranquilla oppure leggerle una storia o altro… cose che voi che la conoscete potete individuare a seconda del momento. Considera che può essere il disagio di un momento legato alla crescita che passa così come è arrivato oppure il timore legato a un brutto sogno fatto, se la paura dovesse potrarsi  nel tempo anche dopo aver messo in atto delle strategie potrebbe essere necessario far seguire alla bambina un percorso di psicoterapia che la aiuti a portare fuori il suo disagio e a vivere una quotidianeità più serena.
Facci sapere come va, intanto un augurio di cuore per tutto.
Cari saluti!

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it