Mia sorella � andata in depressione post partum e ha problemi alla tiroide...

Mia sorella � andata in depressione post partum e ha problemi alla tiroide…

Ciao,
mia sorella piu grande ora ha 29 anni ed ha due bambini. E’ diventata mamma a 22 anni e sedici mesi dopo è nato il suo secondo figlio… nel frattempo nostro padre è mancato… mia sorella è andata in depressione post partum e ha problemi alla tiroide. Ha sempre arrancato con il suo compagno per andare avanti. Dopo sei anni di fatica hanno fatto il mutuo, poco dopo mia sorella è esplosa ed ha abbandonato compagno e bambini. Ora i bimbi li tiene qualche ora al giorno. Quando lei non può, come sempre, li teniamo io o mia mamma. Mia sorella va da una psicologa ma non ci sono miglioramenti. In piu frequenta una nuova persona k la sta sempre più allontanando dall sua famiglia. Ho paura k mia sorella non ne verrà più fuori… ho paura k la mia famiglia non ne verrá più fuori…,Pietro, 21 anni,13-01-2014,Relazioni familiari,

Caro Pietro,
la tua situazione familiare è molto delicata, capiamo la preoccupazione per tua sorella e i tuoi nipotini. E’ possibile però che le due maternità ravvicinate e le difficoltà economiche di tua sorella e del suo compagno abbiano aggravato una situazione preesistente. In altre parole, è possibile che tua sorella fosse già una persona molto fragile e prendersi cura di due bambini, unito alla mancanza di serenità a livello economico, abbiano indotto tua sorella a scappare e a rifugiarsi, illusoriamente, nel passato (quando non aveva figli e una famiglia da gestire). Non sappiamo da quando è iniziato il lavoro con la psicologa, ma è molto importante e positivo che lei continui a seguire il suo percorso terapeutico. Considera che c’è bisogno di tempo perchè tua sorella riesca ad affrontare le sue difficoltà e a ritrovare la forza per allevare i suoi figli. Non vorremmo azzardare deduzioni facili, ma è molto probabile che tua sorella, nel lasciare i bambini a te e a tua madre, abbia fatto la scelta giusta per i suoi figli. Probabilmente sentiva di non potersene occupare come avrebbe dovuto e li ha affidati a voi, suoi grandi riferimenti affettivi. Datele tempo, probabilmente col vostro aiuto, quello della psicologa e l’amore dei suoi figli, sarà lei col tempo a riprendersi cura di loro. A te e a tua madre rimane l’arduo compito di tranquillizzare i nipotini e dargli fiducia che nel futuro le cose andranno meglio.
Facci sapere come va. In bocca al lupo!
Un caro saluto

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it