fotogallery

Demoni infestano una casa: tre bambini posseduti. L’audio

ROMA – Bambini che levitano e che camminano sui soffitti, voci che spuntano dal nulla, passi nel seminterrato…. non è un film dell’orrore ma quanto accaduto in una casa in Indiana.
Una famiglia della cittadina di Gary ha subìto 4 esorcismi prima di liberarsi dei demoni.
Nel mirino delle presenze, tutt’altro che benigne, i tre figli della signora Latoya Ammons.
A testimonianza degli episodi di poltergeist sono intervenuti un agente di polizia e del personale medico, che hanno sotenuto con fermezza di aver assistito a fatti insbiegabili in quella casa.
Ancora più inquietante, la registrazione fatta dalla stessa polizia, che durante un sopralluogo nel seminterrato della casa, ha registrato una voce che non apparteneva a nessuno dei presenti.
Un sussurro chiaro e profondo che esclama “Ehi”.

Ma andiamo con ordine.

La famiglia Ammons si trasferì nella casa in affitto in Carolina Street a Gary, nell’Indiana , nel novembre 2011.
Ben presto notarono strani avvenimenti, tra cui sciami di mosche intorno alla casa, passi nel seminterrato e impronte bagnate che solcavano il pavimento del salotto.

Ma quello che è successo dopo è stato ancora peggio.

Nel marzo 2012, la signora Ammons sostiene di essersi precipitata a controllare la sua figlia 12enne, dopo aver sentito le sue urla.
Quando entrò nella camera da letto, vide la figlia levitare sopra il letto in trance.

La famiglia e alcune persone presenti in casa, hanno pregato fino a quando la ragazza non è tornata sul letto.
Una scena molto simile a quella dell’Esorcista.

demoni infestano casa indiana bambini posseduti

La ragazza ha riferito di non ricordare nulla.
La famiglia non era in grado finanziariamente di andarsene dalla casa e così ha chiesto aiuto ad un chiaroveggente che non rincuorò la signora Ammons: Secondo lui infatti, la casa era infestata da oltre 200 demoni.

LA Ammons sostiene che i suoi figli sfoggiavano regolarmente sorrisi maligni e tirare fuori una voce mai sentita.
Il suo figlio più giovane si sarebbe seduto su un armadio e avrebbe iniziato a parlare con un bambino che nessuno poteva vedere.

Alla domanda con chi stesse parlando, suo figlio le avrebbe detto che l’altro bambino stava descrivendo quello che si prova ad essere uccisi.

demoni infestano casa indiana bambini posseduti

Non molto tempo dopo, la figlia si è dovuta mettere punti di sutura dopo essere stato colpito alla testa.

La ragazza ha detto ai professionisti sanitari che a volte sentiva come se stesse soffocando e che una voce le diceva che non avrebbe mai più rivisto la sua famiglia.

demoni infestano casa indiana bambini posseduti

Il 19 aprile 2012, la famiglia andò a vedere il dottor Geoffrey Onyeukwu.
Secondo un rapporto del Dipartimento dei Servizi per bambini, uno dei ragazzi ha cominciato ad imprecare con voce demoniaca. Lui e suo fratello poi sono improvvisamente svenuti e non rinvenivano.

Fu chiamata la polizia.
Quando entrambi i bambini si sono svegliati in ospedale, il più giovane ha iniziato a urlare e a dimenarsi violentemente.
Ci sono voluti cinque uomini per tenere un bambino di 7 anni.

Il comportamento dei bambini era così insolito e inspiegabile che i medici temevano che la loro madre soffrisse di una malattia mentale e che stesse incoraggiando i ragazzi ad agire in quel modo.

E’ stata chiamata un’assistente sociale, Valerie Washington, per valutare i bambini.
Ha dichiarato che il più giovane ha iniziato a ringhiare e i suoi occhi sono ruotati all’indietro.

Poi si è lanciato verso il suo fratello maggiore e, stringendogli le mani alla gola urlava: “E ‘tempo di morire io ti ucciderò”

demoni infestano casa indiana bambini posseduti

Una volta liberato dalla stretta di suo fratello, il bambino ha camminato all’indietro sul muro e sul soffitto.

La relazione dell’assistente sociale è corroborata da Willie Lee Walker, un infermiere, che era nella stanza con loro.

La famiglia ha deciso quindi di rivolgersi ad un esorcista.

Pochi giorni dopo il capitano della polizia di Gary Charles Austin è andato nella casa per un sopralluogo.

Nella casa, il registratore audio della polizia funzionava male e le batterie nuove di zecca si scaricarono.
Mentre si ascolta la registrazione più tardi, un ufficiale udì una voce che sussurra: “Ehi”.