Subito dopo un rapporto protetto col mio ragazzo ho notato delle lievi striature di sangue fresco nel muco vaginale...

Subito dopo un rapporto protetto col mio ragazzo ho notato delle lievi striature di sangue fresco nel muco vaginale…

Buongiorno,
Sono una biotecnologa medico di 27 anni. Sono fidanzata da 9 anni e sessualmente attiva da quasi 8. Sia io che il mio partner non abbiamo avuto relazioni precedenti. Abbiamo sempre e abbiamo ancora rapporti protetti. Fino al 2012 ho fatto visite ginecologiche e pap test annualmente, sempre con esito negtivo. Poi dal 2012 con i 25 anni sono rientrata nel programma di screening quindi, in assenza di problemi, effettuo visita e pap test ogni 3 anni. Tuttavia tre settimane fa mi è successo qualcosa di strano. Subito dopo un rapporto protetto col mio ragazzo ho notato delle lievi striature di sangue fresco nel muco vaginale. Poi ho controllato anche gli slip e c’era una piccola goccia di sangue anche lì, quindi sopraggiunta con i preliminari, ancora prima di iniziare il rapporto. Preliminari che non sono nè intensi nè prolungati ma solo per attestare la lubrificazione. A seguito di tale episodio il giorno dopo per la prima volta ho avuto anche un episodio di emorroidi risoltosi con i normali tratramenti. La settimana dopo ho avuto le mestruazioni regolari, ogni 28 gg. La settimana dopo ancora ho avuto un rapporto protetto e nessuna perdita di sangue. Ieri sera, a distanza di un’altra settimana ho avuto un’altra lieve perdita di sangue, ancora prima di iniziare il rapporto, solo con una lieve stimolazione, sempre per accertare la lubrificazione. Non avevo dolore, mi sono accorta solo controllando gli slip per scrupolo. Da notare che queste lievissime perdite si interrompono dopo pochi secondi e durante tutti gli altri giorni non si manifestano mai…e neppure sempre prima o dopo il rapporto perché la volta precedente non ho avuto nulla. L’unica sensazione che ho avvertito solo per pochenore è come la presenza di un piccolo taglietto subito all’entrata del vestibolo vaginale inferiore. Sono una persona molto ansiosa e ipocondriaca e penso solo al peggio. Sono in dottorato di ricerca quindi non ho molto tempo per me. In questi giorni vado dal mio medico di base per farmi prescrivere una visita, sperando di riuscire ad averla in tempi ragionevoli. Secondo voi da cosa può essere dovuto questo fenomeno? Non ho mai avuto problemi. 4 anni fa avevo avuto un episodio di candida in seguito all’assunzione della pillola, interrotta dopo 5 mesi perché non mi trovavo bene e non avevo problemi di regolarità, era solo per controllare il mal di pancia e l’acne. In seguito a questo episodio ho avuto anche problemi di sensibilizzazione cutanea poi scomparsi e la mia vita era normale, fino a tre settimane fa. A novembre 2013 sono stata operata di ernia inguinale dx a causa di uno sforzo in laboratorio ma non credo che questo possa avere collegamenti. vi ringrazio sin da ora e attendo una vostra cortese risposta.,

Cara Anna,
nel tuo caso è difficile fare delle ipotesi precise senza una visita. Tuttavia può esserti utile sapere che questo tipo di perdite associate ai rapporti sessuali, senza dolori o fastidi particolari, possono essere causate da un trauma vaginale o della cervice provocato a sua volta da un’eccessiva secchezza vaginale prodotta da una scarsa lubrificazione della vagina durante il rapporto sessuale. In altri casi queste perdite sono riconducibili a piccole piaghe sul collo dell’utero. La ‘piaghetta’ è una estroflessione della mucosa cervicale e della scomparsa dell’epitelio che normalmente riveste il collo dell’utero, di dimensioni variabili e del tutto innocua che, però, impensierisce e preoccupa le donne che ne sono colpite. Allo stesso tempo, però, non va dimenticata perché si tratta di una parte delicata che potrebbe dar luogo più facilmente a infiammazioni che, se trascurate, sono terreno fertile per lesioni cervicali. Per questo è consigliabile eseguire un pap test una volta all’anno e alcune precauzioni di massima come curare l’igiene intima, evitare di indossare i salvaslip se non sono necessari e usare il profilattico se si hanno partner diversi, perché questi fattori possono contribuire alla formazioni di batteri e infezioni che infiammano facilmente la piaghetta.  Se, invece, dovessero essere presenti infiammazioni o se i sintomi diventassero fastidiosi è possibile eliminarla chirurgicamente con una tecnica chiamata diatermocoagulazione. In pratica utilizzando un bisturi elettrico l’erosione viene bruciata in pochi secondi a livello ambulatoriale, senza anestesia né dolore.
Ci possono essere altre condizioni più specifiche che possono causare le perdite ematiche, ma ribadiamo che sia fondamentale appurarle con la visita ginecologica.
Dici di essere "ansiosa e ipocondriaca", quindi per evitare preoccupazioni eccessive, speriamo che tu possa fare il controllo dallo specialista il prima possibile, così potrai tranquillizzarti.
Speriamo di esserti stati utili.
Un caro saluto!
,Anna, 27 anni,07-03-2014,Sessualit�-SeSso � meglio,spotting

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it