Ho conosciuto un ragazzo in una chat e abbiamo deciso di incontrarci…

Salve,
vi scrivo per dire questa cosa anche se solo la mia migliore amica lo sa, cmq io quasi 2 anni fa dopo ke mi ero lasciata ho conosciuto un ragazzo in una chat è vabbè dopo un pò abbiamo deciso di incontrarci,  non lo avessi mai fatto vabbè ci incontriamo e lui dice “vuoi venire a prendere un caffè a casa mia?” ed io dissi ok così andai,  era carino, parlavamo, ci siamo presi il caffè e poi ci siamo messi sul divano a parlare è poi ci baciammo.
Poi i baci si stavano sempre piu insistenti, io lo levai ma lui mi riprese, si era messo sopra di me e iniziò a mettermi le mani dentro ai pantaloni con tutto che io gli dicevo di togliersi ma non riuscivo nemmeno a levarlo perchè il suo corpo si era talmente fatto pesante che era complicato levarlo e così abusò di me… attimi di terrore mamma mia e poi si levò lui mi stava per baciare ed io li ho tirato una pizza con tutta la forza che avevo e lui ha detto forse me lo meritavo.. io quando ci penso mi vengono in mente quei attimi di terrore infatti dopo ci sono voluti un pò di mesi prima che mi fidassi di un ragazzo, per fortuna non l’ho visto più, io non lo detto a nessuno perchè mi vergogno non l’ho detto nemmeno ai miei familiari, comunque vi devo ringraziare, mi trovo molto bene in questo gruppo.
Grazie per tutti i consigli che mi date, grazie ancora

Peggy, 21 anni


Cara Peggy,
grazie per la fiducia riposta e per averci confidato un segreto così intimo, quasi impronunciabile, speriamo di riuscire a darti il sollievo che meriti.
Quella che ci racconti è una storia davvero dolorosa, non osiamo immaginare le conseguenze che possa aver portato nella tua vita e nel tuo stato emotivo, queste, purtroppo, sono esperienze che lasciano il segno e che possono compromettere il proprio equilibrio psico-fisico e tutte le relazioni interpersonali.
La cosa più preoccupante e devastante è non averne parlato con nessuno, se non con la tua amica e ora con noi, perché sottostante si affaccia l’ombra del senso di colpa legata a un evento di cui non sei responsabile ma solo vittima.
Parlarne è il primo passo per riscattarsi da questo stato di colpevolezza e è necessario per metabolizzare e uscire fuori da questo torpore. Capiamo che sia difficilissimo, c’è l’imbarazzo e la paura del giudizio, ma siamo certi che tu ce la possa fare, anche con l’aiuto di persone di cui ti fidi.
Successivamente sarebbe necessario denunciare, perché chi usa violenza capisca l’entità del gesto e possa non farlo più, questo te lo meriti e lo devi a tutte le donne che ancora subiscono.
Ti consigliamo di contattare un centro anti-violenza in modo da farti indicare la strada da intraprendere sia a livello legale sia a livello personale. Siamo certi che una volta iniziati questi percorsi tu riuscirai a stare meglio e a ricominciare a vivere, te lo meriti.
Facci sapere cosa ne pensi, noi rimaniamo qui, a tua disposizione.
Un caro saluto!

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it