Sono rumena e questo segna molto il mio rapporto con gli altri...

Sono rumena e questo segna molto il mio rapporto con gli altri…

Ho avuto una vita molto movimentata e difficile, da piccola ho vissuto con mia nonna, venivo sempre picchiata dagli amici, ho cambiato molte case, paesi, amici, sono rumena e questo segna molto il mio rapporto con gli altri, i miei sono separati e in questo ultimo periodo ho perso il controllo delle mie azioni. Vado molto male a scuola, un anno fa ho cominciato a fumare, l’ho detto a mia mamma un mese fa circa e le avevo promesso di smettere. non ho mantenuto la promessa perchè il fumo mi calma, e sono sempre nervosa. due mesi fa mi sono lasciata con l’ex, siamo stati insieme un anno e una settimana, da allora frequento gente strana, baciavo un tipo a settimana e con uno sono andata di notte con la macchina nei campi per scopi sessuali. non vado d’accordo con le ragazze perchè le mie esperienze passate mi hanno fatto crescere diversamente e la penso sempre diverso da loro, sono tranquilla, menefreghista, pazza.. forse proprio perchè vado d’accordo con i ragazzi e giro con loro che prendo la via sbagliata. Alle feste bevo fino a stare male. Mi sto sentendo con un ragazzo(M) a cui voglio molto bene, ci stiamo frequentando, ma da quando sono single molti ragazzi si stanno affezionando molto a me e si mettono in mezzo tra me e M. ho provato le droghe leggere, ormai tra i giovani d’oggi è uno sport! Ho provato una settimana fa ad una festa, mi ricordo poco di quello che era successo la notte… il mattino dopo ho scoperto che sono stata a letto con un ragazzo, amico di M. sto cominciando ad uscire di nascosto di notte e sparlare di mia mamma, ieri mi hanno scoperta che sono uscita di nascosto di notte, mia mamma mi ha preso il telefono e ha letto tutte le conversazioni con gli amici.nei messaggi c’erano scritte tutte le brutte cose che ho fatto, mi ha dato della falsa, non ha più fiducia in me, mi ha datto della prostituta (per no dirlo in termini sconci), mio padre parla male di me e il compagno di mia mamma anche.. M mi insulta in continuazione e non mi capisce… ho sbagliato e nessuno mi sta vicino, nessuno mi aiuta.. tutti mi danno contro e giudicano… ho fatto uno sbaglio e tutti reagiscono come se avessi commesso un’omicidio. sono sempre andata avanti, ho superato sempre tutto, sempre da sola… ma adesso vorrei solo morire, non ce la faccio ad andare avanti, non ce la faccio più e non so che fare, voglio che qualcuno mi stia vicino perchè sto passando un brutto periodo, ma sono sola. Non ce la faccio a non piangere, è da due giorni che piango in continuazione, mi serve aiuto, per favore ne ho bisogno,

Cara Florina,
hai ragione, quello che hai vissuto fin da piccola è molto difficile da affrontare, non tutti ci pensano ma stare lontano dalla propria famiglia, dalle proprie abitudini, cambiare Paese, lingua, e arrivare in un posto ostile, dove tutti ti guardano come una persona “diversa”, non è affatto facile.
Ci sembra di capire che tu stia assumendo delle condotte a rischio perché vuoi alzare il tiro della provocazione affinchè qualcuno ti veda veramente, è come se nessuno si accorgesse del tuo malessere e tu voglia in qualche modo chiedere aiuto.
Da ciò che dici hai difficoltà a farti rispettare come persona, è per questo che non riesci a mettere confini e gli altri si approfittano di te, forse hai bisogno che qualcuno creda nelle tue possibilità, ma tu per prima devi credere che ce la puoi fare a diventare una persona diversa.
In questo confusione di esperienze forse hai perso di vista M, l’unico ragazzo con cui hai un rapporto affettivo, perché vuoi buttare al vento questo rapporto? Hai paura di affezionarti? Forse lui è arrabbiato con te per ciò che hai fatto, perché lui possa starti davvero vicino devi imparare a fidarti e cominciare a difenderti da chi si vuole prendere gioco di te, prova a capire meglio, ma se così non fosse forse dovresti allontanare anche lui, perchè nessuno ha il diritto d’insultarti.
Ora che i tuoi genitori sanno potresti provare a chiedergli aiuto, capiamo che anche loro hanno saputo solo giudicarti, ma è possibile che siano spaventati e che non sappiano come agire.
Se vuoi un maggior supporto puoi rivolgerti allo sportello d’ascolto della scuola, se presente, e farti indicare la strada da intraprendere, è possibile che tu abbia bisogno di un sostegno psicologico che ti aiuti a tirare fuori le tue emozioni e a lavorare sulla tua autostima.
Siamo certi che tu in fondo sia una ragazza forte e che ce la puoi fare a uscire da questo periodo buio, avere avuto un vissuto d’immigrazione è solo un valore aggiunto e tu puoi dare e insegnare tanto.
Facci sapere cosa nei pensi, noi rimaniamo qui, a tua disposizione, quando vuoi…
Un caro saluto!
,Florina, 16 anni,24-04-2014,Disagio emotivo e/o psicologico

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it