Adesso è quasi un anno che non "concludo"" con una ragazza..."

Adesso è quasi un anno che non “concludo”” con una ragazza…”

Ho 27 anni e sono sempre stato eterosessuale.
Nella fase adolescenziale della mia vita ero anche un tipo che piaceva molto ed ho avuto qualche storiella da ragazzino. Poi ho incontrato l’unica vera storia seria della mia vita, a 18 anni mi sono fidanzato, ed è stato bellissimo per un po’, ma poi la cosa è finita e dopo 5 anni lei mi ha lasciato. Ci rimasi malissimo, mi chiusi in me stesso, bevevo. Dopo qualche mese però iniziai ad uscire di nuovo, ed ho avuto parecchie storie, la più lunga di 3 mesi, la più breve di qualche ora. Ma sempre divertenti e piacevoli comunque.
Fino a 2 anni fa più o meno. Adesso è quasi un anno che non "concludo" con una ragazza, da quando ha preso il sopravvento nella mia mente lui, il mio migliore amico!
Siamo amici da quando siamo nati, stessa età, stesso piccolo paese, stesse scuole e stesse squadre di calcio. Ci chiamiamo "fratello" tra di noi, ci diciamo spessissimo che ci vogliamo bene ed il nostro è un rapporto pieno di abbracci e carezze. Sempre stato così, sembriamo quasi una coppia. Il problema è che ultimamente io sto veramente pensando a lui in quel senso li! Ogni volta che ho un momento libero vorrei stare con lui, qualsiasi cosa io faccia nella mia giornata vorrei avere lui al mio fianco, lo penso in continuazione, e mi eccita anche a livello fisico! In maniera esasperata…
Lui ha sempre avuto un po’ le "movenze ambigue", tante persone mi hanno sempre detto che sembra gay, un po’ serie un po’ a scherzo, ma lui è fidanzato da 6 anni con la sua ragazza! Io sono anche molto amico con la sua ragazza. Io so che è eterosessuale, ma questa certa ambiguità che lui ha, e tutte le carezze e gli abbracci mi fanno pensare che forse un qualcosina di quello che sta succedendo a me sta succedendo anche a lui, non lo so, probabilmente è solo un’invenzione della mia mente, che cerca di vedere in ogni suo movimento quello che vuole vedere, e non quella che è la realtà, non lo so. Ultimamente ci sto parecchio male, sento il bisogno di dirgli qualcosa, di spiegargli il mio stato d’animo, di dirgli che penso continuamente a lui anche a livello fisico! Ma non posso. Ho paura. Ho paura di rovinare l’amicizia che c’è tra di noi.
Lui mi vede che sono turbato, e sicuramente vorrebbe aiutarmi, ma non sa che è lui praticamente la causa del mio malessere! Questa cosa è molto brutta da dire ma è così. Sono in uno stato confusionale. Parecchio anche!
Questa è la mia storia, mi scuso se non sono stato sintetico ma le parole mi venivano una dopo l’altra…
Vi ringrazio infinitamente ed attendo notizie! ,

Caro Falugi,
nella tua lettera oltre allo sfogo e a spiegare la tua confusione non ci sono richieste, ma forse vuoi sapere cosa ne pensiamo riguardo alla tua identità di genere e al tuo rapporto con questo amico.
Normalmente ci verrebbe da dire che ci sono periodi in cui ci può essere un po’ di indecisione e in cui si vuole sperimentare situazioni nuove, momenti in cui ci si sente attratti da persone anche dello stesso genere per motivi diversi, ma poi passano. E’ vero che alla tua età l’identità di genere dovrebbe già essere definita, a meno che tu non abbia negato i tuoi impulsi fino a ora. E’ anche possibile che per il tuo amico provi qualcosa di più perché la vostra amicizia è molto particolare e in qualche modo può essere paragonata a una storia d’amore.
Il passato in comune, le esperienze, l’intimità, l’affetto, la condivisioni possono legarti a tal punto a questa persona da pensare di provare qualcosa di più, ma non è detto che ciò riguardi i tuoi reali gusti sessuali. Inoltre, il fatto che sia la prima volta che ti capiti di avere un’attrazione per una persona dello stesso genere ci fa pensare ulteriormente.
Ciò che crediamo, però, è che questi tuoi dubbi debbano essere svelati perché altrimenti potrebbero compromettere la sincerità del vostro rapporto. Sicuramente non riuscirai a andare avanti ancora per molto, prima poi il desiderio prenderà il sopravvento e tu non potrai più nasconderti.
Se pensi di non farcela a essere così diretto, puoi provare a mandare al tuo amico dei segnali più eloquenti e vedere come reagisce, se è vero che anche lui prova qualcosa te lo farà capire.
Facci sapere cosa ne pensi…
Un caro saluto!
,Falugi, 27 anni,15-05-2014,Sessualità-SeSso è meglio,identità di genere

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it