Happy New Year from the ISS: gli auguri di Samantha Cristoforetti per l'Unicef

Happy New Year from the ISS: gli auguri di Samantha Cristoforetti per l’Unicef

”Questo sara’ un Capodanno speciale per noi, perche’ lo celebreremo qui nello spazio, nel luogo dove abbiamo sognato per tutta la vita di arrivare e di poter vivere e abitare”, dice sorridente l’astronauta italiana. ”Quindi vorrei prendere questa occasione del nuovo anno per augurare a tutti quanti un meraviglioso 2015, pieno di gioia, felicita’, e di occasioni per realizzare i vostri sogni. Buon anno nuovo!”. Accanto a lei, anche gli astronauti della Nasa Terry Virts e Barry Wilmore.


«Con #Imagine, ogni voce conta, ogni bambino conta, quindi vi invito a unirvi all’Unicef nel rendere il mondo un posto migliore per i bambini», ha detto Samantha Cristoforetti dalla Stazione Spaziale Internazionale, in movimento a 250 miglia sopra la Terra, a circa 28mila km orari. «Immagino un mondo migliore in cui tutti i bambini possano avere accesso all’istruzione e sognare di costruire per loro stessi il futuro che immaginano»



"Imagine" è certamente una delle canzoni più note al mondo, oggetto di innumerevoli cover. Ma nessuno finora l’aveva cantata dallo spazio! A farlo è oggi Samantha Cristoforetti, astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) e prima donna italiana ad andare nello spazio, dal 29 novembre 2014 a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) per la missione "Futura" dell’ASI – Agenzia Spaziale Italiana.
Il brano è stato interpretato nel quadro di "#IMAGINE", il più vasto ‘karaoke’ globale di sempre, lanciato dall’UNICEF per celebrare il 25° anniversario della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza (1989-2014) nel nome di un mondo – ancora da immaginare, ma soprattutto da realizzare – a misura di bambino.
L’evento finale, con la versione mixata dal dj David Guetta e la partecipazione di star internazionali, si tiene a New York la notte del 31 dicembre 2014.
Tutti possono partecipare all’iniziativa registrando la propria versione di "Imagine" sulla piattaforma interattiva http://imagine.unicef.org


Un saluto di Natale (in italiano) da Samantha Cristoforetti che attualmente vive e lavora a bordo della Stazione Spaziale Internazionale come parte dell’equipaggio Expedition 42. Le Feste si celebrano anche in orbita. L’equipaggio della missione 42 invia i suoi speciali auguri direttamente dalla Stazione spaziale internazionale: Samantha Cristoforetti e i compagni di viaggio Anton Škaplerov (Russia) e Terry Virts (Usa) hanno realizzato un video- in italiano- rivolto a tutti gli abitanti del nostro pianeta. "Qui sulla Stazione spaziale sorvoliamo ogni punto del globo-, spiega la prima donna italiana a volare nello Spazio-. A me piace pensare che connettiamo ogni uomo, ogni donna, ogni bambino, ogni bambina della Terra in una linea immaginaria, continua. E quindi con questo senso di connessione in mente vorrei cogliere l’occasione del Natale per augurarvi, per la vostra vita, tanta pace e tanta gioia".


La Sua impresa sarà un incentivo per l’impegno nella ricerca spaziale.
Dire – "Non la chiamerò capitano Cristoforetti, perché lei ormai è Samantha per tutti gli italiani. Buon Natale e buon anno". Un commosso presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha così porto i suoi auguri a Samantha Cristoforetti, prima donna italiana nello spazio, in collegamento dalla Stazione spaziale internazionale. "Lei ci ha dato una sintesi dell’importanza della missione e dei suoi compiti, dei risultati a cui attende. Ha avuto ragione di sottolineare l’eccellenza e gli sforzi degli italiani nella ricerca scientifica e tecnologica. E’ qualcosa che in Italia ancora non si comprende in tutto il suo valore. La sua partecipazione straordinaria sarà incentivo per gli italiani a capire che cosa importante sia impegnarsi nelle tecnologie e ricerche spaziali". Commenta così Napolitano le parole del capitano Cristoforetti, che nel suo messaggio di augurio al Presidente della Repubblica, pronunciato in orbita a più di 400 km da Terra, aveva ricordato il ruolo "importante" svolto "da Italia e Europa nella grande sfida dello spazio". La "ricerca scientifica nello spazio permette di realizzare teconologie e servizi che accelerano il progresso", spiega Cristoforetti, che elogia "il grande impegno delle istituzioni per lo Spazio". "Mi permetta di augurare a lei alle colleghe e ai colleghi delle forze armate e all’Italia tutta buon Natale", conclude l’astronauta.


@AstroSamantha: "arrivare quassù è un’ #impresastraordinaria". Una location straordinaria: la Stazione Spaziale Internazionale, con la "cupola" che mostra la Terra da una prospettiva mai vista. Una protagonista straordinaria: Samantha Cristoforetti, astronauta ESA e prima donna italiana nello spazio.
Un’impresa straordinaria: quella dell’esplorazione umana dello spazio, che si unisce a quella condotta dall’UNICEF per combattere la malnutrizione infantile nel mondo.


"Non credo alle imprese impossibili, ma solo a quelle straordinarie". Così l’astronauta italiana dell’Esa Samantha Cristoforetti ha rinnovato l’appello dalla Stazione Stazione Spaziale Internazionale, a sostegno della campagna Unicef contro la malnutrizione infantile. "Sono Samantha Cristoforetti e vi parlo dalla Stazione spaziale internazionale. Non ho mai pensato che arrivare quassù fosse un’impresa impossibile perché non credo alle imprese impossibili: solo alle imprese straordinarie. Nello spazio, anche potersi nutrire in maniera sana è straordinario. Ma c’è qualcosa di ben più straordinario: quello che l’Unicef fa ogni giorno per salvare milioni di bambini e bambine dalla malnutrizione. Anche tu puoi compiere un’impresa straordinaria: salvare una giovane vita" è l’appello che la prima donna astronauta italiana ha lanciato in un video-messaggio a sostegno di #impresastraordinaria, la campagna Unicef contro la malnutrizione infantile.
L’iniziativa è stata resa possibile grazie alla collaborazione di Samantha Cristoforetti, dell’Agenzia Spaziale Europea, dell’Agenzia Spaziale Italiana e dell’Aeronautica Militare.
Proprio poco prima di partire per lo spazio, lo scorso 23 novembre, Samantha Cristoforetti, con uno speciale tweet dal cosmodromo di Baikonour (Kazakistan) aveva dato il via all’iniziativa #impresastraordinaria. Per l’occasione, l’Unicef Italia ha anche lanciato il mini-sito http://impresastraordinaria.unicef.it/, dove Samantha è intervenuta anche dalla Iss.


Samantha Cristoforetti, 37 anni, selezionata nel 2009 dall’ESA (Agenzia Spaziale Europea) come astronauta, è la prima italiana a volare nello spazio. Nel corso della missione "Futura" dell’ASI (Agenzia Spaziale Italiana), a partire dal 24 novembre 2014 vivrà per circa sei mesi a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), realizzando esperimenti, ricerche e operazioni di manutenzione nell’enorme laboratorio in orbita a 400 chilometri dalla Terra, con speciale attenzione per gli aspetti nutrizionali e sanitari.
Samantha ha scelto di associare la sua impresa straordinaria nello spazio a quella che l’UNICEF, sulla Terra, conduce da decenni per contrastare la malnutrizione e la mortalità infantile nei Paesi in via di sviluppo. Questo sito, che sarà animato anche dai tweet che Samantha invierà dalla Stazione vuole essere un omaggio a quanti continuano a sognare e a costruire, giorno dopo giorno, imprese che rendono straordinario il genere umano.




Per rimanere sempre aggiornato sul canale 

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it