fotogallery

E’ venerdì 17! Tutelati dalla ‘sfiga’ con queste geniali trovate

venerdi-17ROMA – Se nella maggior parte del mondo il numero associato alla sfortuna è il 13, noi italiani riusciamo anche in questo caso a distinguerci dalla massa e riconoscere il 17 come fonte di sventura, soprattutto quest’anno che farà ritorno anche a luglio.
Ma da dove deriva questa superstizione?
– Nell’antica Grecia i seguaci di Pitagora provavano avversione per il 17, in quanto numero tra il 16 e il 18, perfetti nella loro rappresentazione di quadrilateri 4×4 e 3×6.
– Secondo la Bibbia il diluvio universale iniziò di 17 mentre di venerdì morì Gesù.
– Nell’antica Roma era usanza scolpire sulle tombe dei defunti l’iscrizione VIXI, “ho vissuto”: nel Medioevo le popolazioni che avevano abbandonato l’uso del latino in favore dei dialetti, confusero la scritta con il numero 17 (XVII).
– Nella Smorfia napoletana il 17 rappresenta la “disgrazia”.

Tante potrebbero essere ancora le spiegazioni, ma il risultato rimane che i più superstiziosi affrontano questo giorno infausto con sfiziosi e pittoreschi “anti sfiga”.

<
>