fotogallery

India, è nata una ‘bambina di plastica’: sembra una bambola di gomma

ROMA – Quando nasce un bambino siamo abituati a sentir dire “sembra un bambolotto”.
Ma in questo caso il paragone è quasi reale.
In India, nella città di Amritsar, è nata una “bambina di plastica”, una neonata affetta da una rarissima sindrome a causa della quale la sua pelle è ricoperta da una membrana traslucida e pergamenacea, la cosiddetta “membrana di collodio”, risultato di una disfunzione della cheratinizzazione epidermica.
Nota come “collodion baby”, i bambini nati con questa disfunzione genetica sembrano bambole di gomma.
“la bambina comincia a piangere quando qualcuno la tocca. Sembra una bambola di gomma e la sua faccia sembra simile a quella di un pesce. I suoi occhi e le labbra sono di colore rosso caldo. Non è in grado di essere allattata dalla mamma”, ha raccontato un medico del Guru Nanak Dev Medical College and Hospital in Amritsar, dove la piccola è venuta alla luce.

india-bambina-di-plastica-collodion-baby

“Si tratta di un tipo di malattia genetica. E’ dovuta ad una mutazione di alcuni geni e di solito è un’autosomica recessiva, ittiosi congenita (condizione della pelle squamosa). Il 10 per cento dei bambini di plastica ha una normale pelle sottostante. La pelle di questo bambino, come altri nati con questa condizione, è molto spessa” ha detto Pannu.

I bambini di plastica sviluppano crepe nella pelle dopo la nascita e la membrana si toglie automaticamente entro un periodo da 15 a 30 giorni, ma il periodo è molto doloroso per il neonato, che rimane sotto costante minaccia di infezione quando il corpo si libera della membrana. Questa minaccia resta tutta la vita.
A volte questi bambini riportano ipotermia e disidratazione oltre ad altri problemi.