fotogallery

Lo Squalo compie 40 anni: 10 curiosità sul ‘killer’ degli oceani

lo-squalo-film-spielbergROMA – Un tema tranquillo comincia a suonare. Le note sono basse e minacciose e in qualche modo riescono a risuonare in testa.
Aumenta il ritmo, e con esso, il battito cardiaco. Qualcosa sta arrivando. E’ grande, ma non riusciamo a vedere cosa sia.
La melodia diventa più forte e comincia a raggiungere il suo crescendo. E l’acqua si trasforma in una tonalità di cremisi…..
Quando uscì nei cinema il 20 giugno di 40 anni fa, Lo squalo (Jaws- fauci) di Steven Spielberg dominò i box office diventando il campione d’incassi della stagione.
Più di 67 milioni di americani videro il film in quell’estate del 1975, una pellicola che cambiò per sempre il modo con cui le persone avrebbero guardato l’oceano.
Dopo 40 anni “Lo squalo” continua a dominare gli incubi estivi.
Per conoscere meglio il vero protagonista del film, ecco 10 curiosità sullo squalo bianco.
squalo-attacco-australia

1. Il grande bianco è lo squalo più famoso, ma, a partire da aprile 2015, sono state identificate altre 510 specie di squali.

2. A differenza di altre specie di squalo, il grande bianco è a sangue caldo, anche se non mantiene costante la temperatura corporea e deve mangiare un sacco di carne per essere in grado di regolare la sua temperatura.

3. I grandi squali bianchi sono i più grandi pesci predatori: nuotano fino a 24 km/h, pesano 2 tonnellate e crescono fino a una lunghezza di 4,5 metri.
Tuttavia, sono stati scoperti esemplari anche di 6 metri.

squalo bianco

4. Hai più probabilità di essere ucciso da una noce di cocco che da uno squalo.
Circa 150 persone muoiono ogni anno per la caduta in testa delle noci di cocco, rispetto alle 4 per gli squali.
Le noci di cocco sono più pericolose degli squali!

5. Gli squali tigre, i grandi squali bianchi e gli squali leuca sono responsabili della maggior parte degli attacchi sugli esseri umani. Queste specie vivono quasi ovunque e sono abbastanza potenti per infliggere un morso fatale.

6. In realtà, lo squalo della famosa locandina del film di Spielberg è un Mako, non un grande bianco.
lo-squalo

7. Anche se in acqua ci sono più probabilità di morire per annegamento, i surfisti possono essere attccati dagli squali bianchi, perché le loro tavole glii ricordano una foca, le loro prede succulente. Una volta morso, lo squalo lascia andare l’essere umano perchè realizza il suo errore.
Gli squali infatti, non amano mangiarci perché non siamo abbastanza grassi.

8. Lo squalo bianco, come tutti gli squali, è carnivoro.
Tutti gli esemplari hanno molte file di denti, con quelli nuovi pronti a sostituire quelli vecchi quando si consumano. In alcuni squali, le file di denti vengono sostituite ogni 8-10 giorni.

9. Lo squalo bianco, nonostante la sua stazza massiccia, è in grado di compiere spettacolari evoluzioni fuori dall’acqua.
Il cosiddetto “breaching”, comportamento tipico dei cetacei, consiste nel compiere salti e acrobazie fuori dall’acqua.
Almeno tre specie di squali ne sono in grado: il mako, lo squalo pinna nera del reef e, appunto, il grande squalo bianco.
squalo-bianco-salto

10. In uno scontro contro un’orca, i grandi squali bianchi non sempre vincono: le due specie sono in lotta continua per il vertice della catena alimentare.