fotogallery

Il villaggio dove una rara malattia trasforma le bambine in maschi all’età di 12 anni

ROMA – In un remoto villaggio della Repubblica Dominicana, accade da anni qualcosa di veramente strano.
Tante ragazze all’età 12 anni si trasformano letteralmente in ragazzi.
Durante la pubertà, infatti, sviluppano l’organo maschili, diventando a tutti gli effetti maschi.
Questi bambini sono chiamati semplicemente “guevedoces” – che si traduce letteralmente “pene a 12 anni”.
Un cambio di sesso improvviso, che ha catturato l’interesse della comunità scientifica.
E’ stato così scoperto che a causare la trasformazione è una rara sindrome genetica che si verifica a causa di un enzima mancante che impedisce la produzione di una specifica forma di ormone sessuale maschile – diidro-testosterone – nel grembo materno.
Sebbene nel mondo sia rara, la sindrome è molto comune nel villaggio di Salinas (probabilmente a causa dell’isolamento degli abitanti del villaggio).
Per questo motivo ora la Repubblica Dominicana classifica le persone come maschio, femmina o pseudohermaphrodite.

feto

Così è stata seguita da vicino la storia di Johnny, abitante del piccolo villaggio di Salinas, nel sud-ovest della Repubblica Dominicana.
Qui la malattia colpisce 1 su 90 bambini e non è più considerata “strana”.
Oggi 24enne, il ragazzo era conosciuto fino all’età di 12 anni come Felicita.
“Quando sono nato i miei genitori e i medici pensavano che fossi una bimba, mi vestivano con le gonnelline e mi regalavano giocattoli da femminuccia, ma in realtà io non mi sentivo a mio agio”, ha raccontato il guevedoce alla BBC.

Crescendo, però, qualcosa è cambiato nel corpo di Johnny: si è sviluppato l’organo maschile.

villaggio-malattia-sindrome-guevedoces

La rara malattia genetica si verifica a causa di un enzima mancante che impedisce la produzione di una specifica forma di ormone sessuale maschile – il diidro-testosterone – nel grembo materno.

Tutti i bambini nel grembo materno, sia maschio o femmina, hanno ghiandole interne, denominate gonadi e una piccola sporgenza tra le gambe chiamata tubercolo.
A circa otto settimane, i bambini di sesso maschile che portano il cromosoma Y iniziano a produrre diidro-testosterone in grandi quantità, che trasforma il tubercolo in un pene. Per le femmine, il tubercolo diventa un clitoride.

villaggio-malattia-sindrome-guevedoces

Ma in alcuni neonati maschi manca l’enzima 5-α-reduttasi che innesca l’aumento dell’ormone.
Questa mancanza li fa apparire come femmine alla nascita, senza testicoli e con quella che sembra essere una vagina.
Questo fino alla pubertà, quando si produce un enorme aumento di testosterone, e si sviluppano gli organi riproduttivi maschili.
In pratica, quello che sarebbe dovuto accadere nel grembo materno avviene a circa 12 anni o giù di lì.
La voce diventa più grave e finalmente cresce un pene.

Per Johnny, che non si è mai sentito una bambina, è accaduto all’età di sette anni.
“Quando ho cambiato ero felice della mia vita”, ha detto.
Egli ha sostenuto che non aveva mai sentito come una bambina ed era molto più felice dopo che fu completamente un ragazzo.

“Quando sono cambiato ero felice della mia vita”, ha detto.

Una bambina di nome Carla, di 9 anni, sta attraversando la stessa trasformazione.
Nonostante sia cresciuta come una ragazza, sua madre ha notato che a partire dall’età di cinque era più incline verso i giochi mascolini.