tech

Facebook, i veri amici sono pochi. Lo stabilisce il Numero di Dunbar

amici_veri_facebook– Amici. Forse non era necessario uno studio scientifico per stabilire che l’amicizia vera è molto limitata, una cosa rara. Ma in tempi dove la scienza, con le sue ricerche, si occupa di tutto, c’è spazio anche per il ‘Numero di Dunbar’, ovvero la cifra che stabilisce il numero massimo di amici ‘veri’ distinguendoli dai semplici ‘conoscenti’. Per portare lo studio a termine non si poteva non partire che dal regno dell’amicizia 2.0, ovvero Facebook.

Pubblicata sulla rivista ‘Royal Society Open Science’, la ricerca, condotta dall’antropologo britannico Robin Dunbar – da qui il nome del numero che ne esprime il concetto base – arriva alla conclusione che il numero massimo di amicizie sul quale un essere umano può contare è 150, il resto delle persone deve essere annoverato con la qualità di ‘conoscente’. “Forse c’è un po’ di flessibilità, ma non molta”, ha dichiarato Dunbar alla France Presse, “Dipende soprattutto da quanto deboli o forti vuoi che siano le tue amicizie. E’ come se ciascuno di noi avesse una limitata quantità di capitale sociale e potesse scegliere di investirlo in modo contenuto su più persone o in modo ampio su meno persone. Ma non si possono eccedere questi limiti”.

Il ‘Numero di Dunbar’ è, comunque, molto più preciso: cinque amici intimi, quindici migliori amici, cinquanta buoni amici, 150 amici, cinquecento conoscenti e 1.500 persone che siamo in grado di riconoscere a vista. “Lo strato a 150 è quello importante: definisce le persone con cui si hanno rapporti reciproci autentici, quelle verso cui si avvertono obblighi e quelle verso le quali si è disposti a fare favori”, ha spiegato il ricercatore. “Le persone possono avere (e a volte hanno) cinquecento o persino mille amici su Facebook, ma tutto ciò che fanno è includere persone che normalmente chiamerebbero conoscenti o persone che riconoscono a vista ma non conoscono molto bene”. Due le limitazioni umane alla base di questi numeri: l’abilità del cervello a elaborare più relazioni e un tempo libero molto limitato.