Safer Internet Day. Cyberbullismo, Giannini: responsabilizzare i giovani per batterlo

Stefania Giannini SaferROMA – “Credo che la scuola stia facendo tantissimo, tutti i giorni, non solo oggi, silenziosamente e in modo efficace”. Così il ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini, intervenendo a ‘Unomattina’ su Raiuno, in occasione del Safer Internet Day 2016, la Giornata mondiale per la sicurezza in Rete istituita e promossa dalla Commissione Europea, giunta alla sua XIII edizione.

“Come si batte il cyberbullismo? Si deve responsabilizzare ogni bambino o ragazzo all’idea che sono come neopatentati in Formula1. Devono capire che la rete e’ uno strumento potentissimo- dice ancora il ministro- che consente di fare cose straordinarie, ma che se si e’ bulli in rete, se si usa la rete per aggredire, per ferire, offendere, l’effetto amplificatore e’ devastante. Quindi queste cose dobbiamo quotidianamente spiegarle ai ragazzi, ma anche ai loro insegnanti perche’ siano sempre piu’ attivi e anche ai loro genitori”.

L’indifferenza e l’ignoranza, ha poi concluso il ministro, “li combattiamo con la conoscenza e l’idea che si sta insieme, essendo ognuno responsabile della relazione che ha con i propri compagni”. La campagna “che lanciamo oggi ha come obiettivo di parlare a tutti, non solo ai ragazzi, ma a tutto il contesto che li circonda per rendere la rete migliore, lo slogan e’ ‘Fai la tua parte per una rete migliore'”.