tech

Drago d’Oro 2016, ecco le nomination agli Oscar dei videogiochi

Drago d'Oro rise of the tomb raiderROMA – “AESVI, l’Associazione di categoria dell’industria videoludica, è lieta di annunciare la quarta edizione del Drago d’Oro, il premio italiano che celebra le eccellenze del mondo videoludico e ne promuove il valore culturale e artistico”. Si apre così il comunicato ufficiale che annuncia gli ‘Oscar’ tutti italiani dei videogiochi. Una manifestazione che si svolgerà, il prossimo 9 marzo, al Tempio di Adriano, uno dei più suggestivi edifici storici nel cuore di Roma.

Proprio come accade per i film e il teatro sono diverse le categorie per le quali si concorre come diversi sono i titoli in gara per ogni singola categoria di premi. Il premio principale – quello di Videogioco dell’Anno – vede in nomination 10 titoli, tutti protagonisti indiscussi del 2015: Batman: Arkham Knight, Bloodborne, Fallout 4, Her Story, Life is Strange, Metal Gear Solid V: The Phantom Pain, Ori and the Blind Forest, Rise of the Tomb Raider, Splatoon, The Witcher 3: Wild Hunt.

La Giuria, composta dai giornalisti delle principali testate d’informazione e dai giornalisti di riferimento della stampa specializzata, sarà presieduta quest’anno da Luca Tremolada, autorevole firma de Il Sole 24 Ore. La Giuria eleggerà sia il vincitore del Videogioco dell’Anno, miglior titolo del 2015, che i vincitori delle categorie: Miglior App, Miglior Colonna Sonora, Miglior Gameplay, Miglior Grafica, Miglior Personaggio, Miglior Sceneggiatura, Miglior Videogioco di Azione/Avventura, Miglior Videogioco di Corse, Miglior Videogioco di Ruolo, Miglior Videogioco di Strategia, Miglior Videogioco Indie, Miglior Videogioco per la Famiglia, Miglior Videogioco Platform, Miglior Videogioco Sparatutto, Miglior Videogioco Sportivo, Videogioco più Innovativo. Verrà conferito anche il premio Videogioco più Venduto, assegnato al titolo che nel 2015 ha registrato il maggior numero di vendite, sulla base dei dati rilevati dalla società GfK.

drago d'oro

Grande spazio sarà dedicato, poi, alle produzioni Made in Italy, che si contenderanno il Premio Drago d’Oro Italiano, dedicato ai videogiochi realizzati da studi di sviluppo italiani e volto a valorizzare l’eccellenza nostrana, a prova del grande fermento che sta vivendo il settore videoludico nel nostro Paese.

Tra i premi assegnati anche il “Premio Speciale del Pubblico”. In questo caso i videogiocatori potranno votare scegliendo tra 25 nomination, che comprendono i 10 titoli selezionati dalla Giuria per il premio Videogioco dell’Anno e i 15 videogiochi più venduti nel 2015 in Italia, sia multipiattaforma sia in esclusiva per singola piattaforma, non compresi nei titoli selezionati dalla Giuria. Si può votare da oggi e fino alla serata di premiazione sul sito www.premiodragodoro.it.