ambiente

Papa Francesco alla conquista dei social, oggi è su WhatsApp

Papa Francesco 2ROMA – Nuova avventura tecnologica e social per Papa Francesco, da oggi il suo messaggio e la sua voce è, infatti, anche su WhatsApp. Un modo per avvicinare i giovani, incontrarli sul proprio campo, scendere, seppur virtualmente, tra di loro nelle loro ‘attività’ quotidiane.

In questo mercoledì delle Ceneri, primo giorno di Quaresima, ecco apparire su WhatsApp il primo audiomessaggio del Pontefice che, di fatto, ha inaugurato l’iniziativa “Keep Lent”, promossa e organizzata dal Servizio per la Pastorale Giovanile della Prelatura di Pompei per annunciare il Vangelo quaresimale attraverso i social network. La Diocesi ha aperto un gruppo su WhatsApp nel quale, da oggi, chi è iscritto riceve ogni mattina un messaggio con un versetto del Vangelo del giorno, accompagnato da una breve nota vocale che ne spiega il significato.

“Cari ragazzi – ha detto il Papa nel suo primo messaggio vocale – Gesù disse ai suoi discepoli ‘State attenti a non praticare la vostra giustizia davanti agli uomini per essere ammirati da loro’ … ‘Quando fai l’elemosina non suonare la tromba davanti a te’ … ‘Il Padre tuo, che vede nel segreto ti ricompenserà’. La parola di Dio ci da il giusto orientamento per vivere bene la Quaresima”.

“Quando facciamo qualcosa di bene, a volte siamo tentati di essere apprezzati e di avere una ricompensa: la gloria umana. Ma – ha sottolineato Francesco – si tratta di una ricompensa falsa perché ci proietta verso quello che gli altri pensano di noi. Gesù ci chiede di fare il bene perché è bene. Ci chiede di sentirci sempre sotto lo sguardo del Padre celeste e di vivere in rapporto a Lui, non in rapporto al giudizio degli altri. Vivere alla presenza del Padre è una gioia molto più profonda di una gloria mondana. Il nostro atteggiamento in questa Quaresima sia dunque di vivere nel segreto dove il Padre ci vede, ci ama, ci aspetta. Certo, anche le cose esteriori sono importanti, ma dobbiamo sempre scegliere e vivere alla presenza di Dio”.

“Facciamo nella preghiera, nella mortificazione, e nella carità fraterna quello che possiamo, umilmente, davanti a Dio. Così saremo degni della ricompensa di Dio Padre. Buona Quaresima, la Madonna di Pompei vi accompagni e, per favore, pregate per me”, ha infine concluso il Papa.