Storia di una ladra di libri

Laura Cappelli & Alice Jennifer Ruffo
Liceo Classico “Galileo” di Firenze

Tra i numerosi film che trattano l’argomento della Shoah, “Storia di una ladra di libri” mette in evidenza la storia di una ragazzina tedesca, Liesel Meminger, che mette in pericolo la sua vita pur di mandare avanti quella che è diventata la sua più grande passione, la lettura.
La sua vicenda è ambientata in Germania ai tempi del Nazismo. Liesel, avendo la madre comunista, è costretta a trasferirsi con il fratello a Molching (paesino tedesco). Lì incontra Hans e Rosa Hubermann, i suoi genitori adottivi, e l’esuberante Rudy, che diventerà il suo migliore amico.
La vita di Liesel cambia radicalmente quando gli Hubermann decidono di aiutare un ebreo, Max, nascondendolo in casa loro. I due ragazzi scoprono di avere molte cose in comune e si affezionano l’uno all’altra.
Per quanto riguarda l’aspetto tecnico i riconoscimenti sono tutti per il regista Brian Percival, che con un ottimo cast e un’emozionante colonna sonora è riuscito a ricreare in modo impeccabile la triste atmosfera di quel periodo. Le scene sono caratterizzate da colori cupi che rendono il film ancora più coinvolgente per lo spettatore.
Il film è la traslazione sul grande schermo di un romanzo di Markus Zusak, uno scrittore australiano nato a Sidney il 23 giugno 1975. Tra i suoi più celebri romanzi vi sono “Io sono il messaggero”, pubblicato nel gennaio 2015 e “La bambina che salvava i libri”, pubblicato nel 2005 e tradotto in più di 30 lingue, vincitore di numerosi premi. In Italia è stato ristampato nel febbraio 2014 con il titolo del film “Storia di una ladra di libri” ed stato il libro più venduto dell’anno, con 450.000 copie.

Laura Cappelli & Alice Jennifer Ruffo 1B
Liceo Classico “Galileo” di Firenze