Robotica, dal 16 al 18 doppio evento nella Capitale

ROMA – Tutto pronto per l’edizione numero 10 della RomeCup che dal 16 al 18 marzo porta nella Capitale “l’eccellenza della Robotica”. Per il 2016 la formula sarà quella del multi evento: gare, laboratori, area dimostrativa, conferenza e talk.    La competizione sarà fra 156 squadre provenienti dalle scuole di 17 Regioni italiane con selezioni per i mondiali di robotica (RoboCup). Nell’area espositiva, allestita al Palalevante del Croce-Aleramo, 200 prototipi: 56 sono i ‘campioni robotici’ selezionati per le Olimpiadi della Robotica, promosse dal Miur con la Fondazione Mondo Digitale.

I vincitori saranno premiati a Parma il 24 maggio nell’ambito della Maifest, serata inaugurale della Fiera SPS IPC Drives Italia. Secondo i dati dell’International Federation Robotics entro il 2018 saranno circa 1,3 milioni i robot che entreranno nelle fabbriche di tutto il mondo. Ma è la robotica di servizio a registrare la crescita più significativa, settore che la RomeCup segue da sempre con particolare interesse per le ricadute inclusive sulle categorie più fragili, come anziani e persone con disabilità.

rome cup 2016

Entro il 2018 circa 35 milioni di robot di servizio saranno acquistati per uso personale, con enormi opportunità di crescita e nuovi posti di lavoro ‘creati’ dai robot per i giovani.  Alle start up che investono nella robotica di servizio, pari al 15 per cento delle imprese, è stato dedicato il focus dello scorso anno, che ritorna nella 10  edizione con la conferenza di apertura dedicata alla ‘Robotica per lo sviluppo’ (16 marzo, ore 10, Istituto Croce-Aleramo). Introduce Mirta Michilli, direttore generale della Fondazione Mondo Digitale, e intervengono Edvige Mastantuono, dirigente Miur, Emilia D’Aponte, dirigente scolastica, Alfonso Molina, direttore scientifico della Fondazione Mondo Digitale, Arturo Baroncelli, manager Comau nel comitato esecutivo dell’Ifr e Stefano Franchi, direttore generale di Federmeccanica.

Stampa

Tre donne geniali della robotica sono protagoniste del talk al femminile moderato dalla giornalista Rai Celia Regina Guimaraes: Barbara Mazzolai, coordinatrice del Centro di Micro-Bio robotica dell’ITT, Cecilia Laschi, professore associate di Bio Robotica, alla Scuola Sant’Anna di Pisa e Barbara Caputo, professore associato nel Dipartimento di Ingegneria informatica della Sapienza Universita’ di Roma.  ‘Ricerca e innovazione: dalla realta’ virtuale ai droni’ è il focus del secondo talk moderato da Carmen Credendino, giornalista dell’Agenzia Dire responsabile del portale diregiovai.it, con il tenente colonnello Paolo Nurcis (Ministero della Difesa), il responsabile del Laboratorio di robotica dell’Enea, Claudio Moriconi, il professore Silvello Betti (Università Tor Vergata), e Nicola Formicola, startupper di Air Movie Lab.

Per raccontare alla RomeCup 2016 la storia di successo della robotica, asse di sviluppo strategico per le politiche di smart specialization, quest’anno è stata scelta una scuola alla periferia di Roma, l’istituto d’istruzione superiore Croce-Aleramo, in via Bardanzellu 7. Venerdì 18 marzo, alle 9.30, studenti e robot si spostano al centro di Roma, in Campidoglio, per le fasi finali delle competizioni e la cerimonia di premiazione, prevista per le 12.30. La RomeCup è promossa dalla Fondazione Mondo Digitale con Miur, Città Educativa di Roma e Sapienza Università di Roma. Ha il supporto di Comau, Enea e Media Direct /Campus Store. Media partner è Diregiovani.it. La RomeCup partecipa alle campagne europee eSkills for Jobs 2016 e Get Online Week 2016.