Tassista in Portogallo

Andrea Candeloro
Scuola Secondaria di 1° grado
Istituto Comprensivo “De Petra” Casoli(CH)

E’ una semplice giornata di lavoro come tutte le altre.
Mi arriva una chiamata dalla centrale : “Devi andare in una delle fermate dell’autobus al centro, ci sono dei ragazzi che hanno bisogno”. Rispondo: “Ovviamente, è per questo che mi pagate”.
Vado a prenderli e mi dicono: “Scusi, mica potrebbe andare veloce che nostra madre sta partorendo” e io: “Certo, ma questo taxi è un po’ lento, farò il possibile”.
Io con il mio taxi accelero e loro arrivano in tempo per veder nascere il fratellino.
Ma adesso arriva il bello … giunge un’altra chiamata dalla centrale: “ Devi tornare al centro perché ti aspettano” e io come sempre: “ Vado subito”.
Appena mi avvicino al centro noto un traffico incredibile e, proprio lungo il marciapiede, trovo due persone che mi fanno cenno con la mano, allora capisco che sono loro che mi aspettano.
Appena mi fermo loro entrano in macchina e mi chiedono: “Scusi dove possiamo mettere i nostri bagagli?”. Io gli rispondo: “Potete anche tenerli sulle gambe se non sono pesanti, oppure se vi danno fastidio li metto nel posto per passeggeri davanti” e loro dicono: “Sì, grazie”. Ma appena mi giro, mi accorgo che sono Cristiano Ronaldo e Quaresma, ovvero due grandissimi calciatori portoghesi. Dall’emozione balbetto e non riesco a fare loro neanche una semplice domanda, poi mi faccio coraggio e chiedo: “Ma voi siete Cristiano Ronaldo e Quaresma?” e loro:“ Si”. Chiedo subito un autografo per i miei figli e loro gentilissimi mi accontentano subito.
Arrivati alla fine del tragitto la stella del Real Madrid mi porge la mano con la solita tariffa ma io gli dico: “Per voi il viaggio è gratis”.
Li saluto e Quaresma mi dice : “ Queste sono per te”, e mi lascia le sue scarpette firmate. Io ci rimango di stucco perché non me l’aspettavo.
Quando se ne vanno mi metto a piangere per la gioia…sono commosso.
E’ stato il giorno più bello della mia vita e spero che questa storia mi possa capitare di nuovo.

ANDREA CANDELORO
Classe 2^C
Scuola Secondaria di 1° grado
Istituto Comprensivo “De Petra” Casoli(CH)