esteri

Secondo il Sunday Times, la miglior città dell’Inghilterra in cui vivere è Winchester

WinchesterRoma – Con i suoi monumenti storici, una moltitudine di ristoranti ed essendo molto ben collegata, la cittadina di Winchester è diventata un posto molto popolare sia per vivere che lavorare. La città è stata ribattezzata la migliore città in cui vivere in Inghilterra e definita “praticamente perfetta”.

E’ stato scoperto che, l’antica capitale del Wessex, con una popolazione di più di 115,000 persone, offre le migliori condizioni di vita per molte persone, presentando una grande vastità di negozi e fantastici spazi all’aperto.

La guida, ha definito Winchester come una “storica, culturale e mangereccia cittadina”, con scuole eccellenti, ristoranti di alto livello e abitanti amichevoli. Alcuni di noi però, non sapranno mai cosa vuol dire realmente viverci perché il crescente prezzo delle case lo rende un posto veramente esclusivo. Il consigliere comunale di Winchester, Ian Tait, pensa che la città abbia bisogno di risolvere il problema dei costi delle case prima di poter festeggiare come ‘città migliore di Inghilterra’.

“L’unica cosa su cui mi soffermerei riguarda la possibilità di rendere accessibili in termini di costi le case della città,” ha detto. “Siamo molto fortunati ad avere una città come Winchester, con buonissime scuole, buon cibo, fantastici paesaggi, è un posto in cui ci sentiamo sicuri. Ma purtroppo, il fatto che la città sia conosciuta per essere un posto esclusivo in cui vivere, ha contribuito a portare il prezzo delle case alle stelle. Comunque, capisco a pieno la motivazione per cui sia stata nominata la città migliore d’Inghilterra, avendo vissuto qui da quando sono nato.”

La città ha da sempre accolto molti turisti, grazie ai famosi mercatini di Natale e alla sua pittoresca cattedrale. Il Sindaco, Angela Clear, ha detto: “Guardando la cattedrale e tutti i fantastici ristoranti, riesco a capire come mai sia così amata da molte persone. Non ho mai sentito nessuno lamentarsi di nulla.  Le strade principali sono sempre piene di turisti e gruppi di studenti.”

Fonte www.dailyecho.co.uk