attualita

Gli 88 anni di Luigi Magni : “Er mejo cantore de sta città”

ROMA – Buon Compleanno Maestro. Oggi il regista e sceneggiatore Luigi Magni, in arte Gigi, uno dei più grandi cantori della romanità, avrebbe compiuto 88 anni.

luigi magni

Ricordiamo il Maestro per alcuni dei suoi grandi successi : “Nell’anno del signore”, “In nome del Papa re”, “Tosca”, “In nome del popolo sovrano”, per la sua lunga collaborazione con Nino Manfredi italiano e con molti altri personaggi illustri del cinema tra cui Mario Monicelli, Luciano Salce e Camillo Mastrocinque.

Regista e sceneggiatore pluripremiato, nel 1995 ha vinto il suo primo David di Donatello per la sceneggiatura di “Nemici d’infanzia”, che lo ha portato, nello stesso anno, alla vittoria del Premio Pietro Bianchi al Festival del Film di Venezia. Nel 2004 è stato premiato al Festival di Taormina e nel 2008 ha ricevuto il David di Donatello per celebrare i suoi quarant’anni di carriera.

 

Il regista capitolino conosceva la Roma più intima e la sua gente ironica e “caciarona”. Magni ha saputo far della sua città la sua più grande musa ispiratrice e protagonista delle sue pellicole in tutte le sue sfumature: dal dialetto al “friccico de luna”, dalla Roma risorgimentale a quella papalina. Un regista amato da tutti per il suo grande animo, per la sua irresistibile romanità e per il suo genuino attaccamento alle radici e alle tradizioni: “Se non sai da dove vieni – ripeteva sempre Luigi Magni – non sai dove vai né dove sei”. Gigi Proietti, uno dei suoi più grandi amici, lo ha ricordato così “un amico di animo gentile e ricco di cultura” – aggiunge – “perdiamo un vero e proprio riferimento culturale. Un uomo che ha amato la sua città come pochi. Conosceva ogni sasso di Roma e ti spiegava il significato”.
Anche il popolo di Twitter si è unito al ricordo di Luigi Magni. Massimo Bray, Ministro dei beni culturali e del turismo, ha twittato un pensiero per il regista romano: “Apprendo con dolore della scomparsa di Luigi Magni, tra i massimi narratori per immagini della storia e dello spirito di Roma”.