Lutto e idillio

Lutto e idillio

 

Sogni anomali,

nostalgia,

solitudine

hanno l’acre

e viscido odore

della nebbia;

così come la carne che si squarcia

e si decompone.

E la linfa verde

si copre dolcemente, inesorabilmente d’addio.

D’un camposanto

le assenti grida

e le demoniache voglie;

d’apparir non ci si cura

ma alla pazzia s’addanna!

Oh misero

passo nascosto

dentro il mistero

di caviglie sottili,

levigate al ricordo

d’un ermo giorno.

Lutto e idillio,

nella clausura d’un solo sbadiglio,

di una voce rientrata,

a malapena sussurrata!

Astruso il dispetto

nell’ossessivo volteggiare

dei miei sogni scomposti!

Lucia Barbagallo II B Liceo Classico “G. Carducci” – Comiso(RG)

 

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it