attualita

I capolavori di Hugo Pratt in mostra a Roma

3 corto-maltese_5157039edited

Roma – Dopo le sue esposizioni a Bruxelles e al Festival Internazionale di Angouleme, arriva anche in Italia la mostra HUGO PRATT: INCONTRI E PASSAGGI. Un appuntamento unico nel panorama italiano dei festival che presenterà cinquant’anni di carriera del “Maestro di Malamocco” attraverso il grande tema della letteratura che tanto ha formato e plasmato l’opera dell’artista veneziano. La mostra, ideata e curata dal Museo Hergé di Bruxelles in sinergia con Patrizia Zanotti, è in programma al MACRO TESTACCIO di Roma dal 29 aprile al 24 maggio. A portare nella capitale i lavori di Pratt sono state due realtà importanti del mondo del fumetto che hanno unito le forze: Napoli COMICON (Napoli 22-25 aprile, Mostra d’Oltremare) e ARF! Festival  (Roma, 20-22 maggio, MACRO Testaccio).

1edited

«Incontri e Passaggi» abbraccia le influenze di Pratt e le sue preoccupazioni estetiche, in un viaggio formativo per determinare e conoscere gli incontri letterari avuti nel corso della sua lunga carriera. Un percorso sviluppato in linea con le sue tavole originali: disegni di ricerca, tavole in bianco e nero e a colori, acquerelli, copertine di riviste, creazioni eccezionali, tra i quali spiccano disegni e tavole tra le più famose e conosciute di Hugo Pratt. Un viaggio virtuale che è anche il viaggio di una vita, seguendo le orme di Pratt dagli incontri diretti — Oesterheld, Ivaldi, Rieu, Bonelli, Platteau — a quelli indiretti e di fantasia, con Stevenson, London, Curwood, Borges, Yeats e molti altri.

4edited

Questo approccio letterario senza precedenti darà allo spettatore la chiave per il mondo di Pratt, il luogo dove vita e lavoro si incontrano e dal cui intreccio sono nati intramontabili capolavori della narrativa. A partire dalle storie del suo personaggio cult: Corto Maltese, marinaio disincantato, avventuriero, gentiluomo di fortuna, pirata e viaggiatore. Uno spirito libero e cosmopolita nel quale Pratt si rifletteva. Come Corto Maltese, l’artista veneziano aveva un’innata passione per le culture del mondo, la storia, le filosofie, le situazioni di conflitto e le tradizioni magiche, alle quali si è avvicinato miscelando sempre realtà e fantasia, sorvolando oltre le carte geografiche per creare vere favole per adulti. L’esposizione è intesa come un’esplorazione tra i pensieri e le opere dell’autore, in un gioco di continuo rimando tra testo e immagine, perché l’arte di Pratt è sempre stata un racconto pennellato d’immagini e sogni.

b6aa1d7c12964f83da4de4fb8f6b3531edited

Pratt è stato probabilmente il più grande fumettista italiano del XX Secolo, universalmente riconosciuto dalla critica «fra i maggiori autori di fumetti mondiali di tutti i tempi». Abile narratore, scrittore, saggista e grande viaggiatore, è stato tradotto e pubblicato in ogni parte del mondo. Le sue tavole a fumetti, così come le sue opere ad acquerello, sono state esposte nei più importanti Musei nazionali ed esteri. Per definire le sue storie è stato appositamente coniato il termine di “letteratura disegnata”. Grazie alla sua opera, il mondo della Cultura ha cambiato l’atteggiamento che aveva nei confronti del fumetto, rendendosi conto che può essere considerato a tutti gli effetti una forma d’arte. Umberto Eco ha affermato: «Quando ho voglia di rilassarmi leggo un saggio di Engels, se invece desidero impegnarmi leggo Corto Maltese».

Hugo Pratt: Incontri e Passaggi
Dal 29 aprile al 24 maggio 2016

LA PELANDA
MACRO Testaccio
Piazza Orazio Giustiniani, 4
ROMA

La Mostra è aperta dal martedì alla domenica dalle 12:00 alle 20:00
Chiuso il 1° maggio e ogni lunedì.
Infoline tel. 06.4807361
[email protected]
www.museomacro.org