spazio e scienza

Spazio: Aster, Nasa e Giappone aprono l’archivio con immagini spettacolari

Aster

ASTER, acronimo di “Advanced Spaceborne Thermal Emission and Reflection Radiometer”, è uno dei cinque sensori remoti, progettati per monitorare lo stato dell’ambiente naturale e dei cambiamenti climatici sul nostro pianeta, installati a bordo del piccolo satellite scientifico multinazionale della NASA “Terra“, attivo nell’ambito del programma di Osservazione della Terra fin dal 1999.


Aster elevazione suolo

Il modello globale dell’elevazione del suolo ottenuto con oltre un milione di scene riprese da Aster con immagini stereoscopiche


Dal primo aprile le immagini e relativi dati dello strumento ASTER, sono disponibili gratuitamente. Prima di oggi i dati di ASTER erano disponibili pagando al ministero giapponese una tassa nominale per l’acquisto dei prodotti dell’archivio. Ora tutte le osservazioni sono state rese completamente gratuite attraverso il portale online, un archivio sconfinato reso pubblico in collaborazione con il ministero dell’Economia e del Commercio giapponese, che contiene quasi tre milioni di immagini ad alta risoluzione del nostro pianeta.

https://youtu.be/1OO9tVUKv8I

La peculiarità di ASTER è quella di fornire immagini ad alta risoluzione della Terra su diverse lunghezze d’onda creando mappe dettagliate per quanto riguarda la vegetazione, le acque, i ghiacci e la temperatura e l’elevazione del suolo.


Aster

Tra le immagini più popolari all’interno dell’archivio c’è quella di Venezia e la sua laguna in falsi colori


Dopo sedici anni di rilevazioni e quasi 3 milioni di immagini, i contenuti spaziano dalle conseguenze devastanti delle alluvioni in Pakistan alle eruzioni vulcaniche in Islanda agli incendi in California. Una scena ASTER si estende su una superficie di circa 60 per 60 chilometri con risoluzioni spaziali che variano dai 15 ai 90 metri circa.


Aster Rio Negro

Una tra le più cliccate delle immagini di Aster è questa della confluenza tra Rio Negro e Rio delle Amazzoni, in Brasile


Abbiamo anticipato un rilevante incremento del numero degli utenti dei nostri dati, con nuovi e stimolanti risultati a venire” commenta Michael Abrams leader del team scientifico ASTER del californiano Jet Propulsion Laboratory della NASA che collabora con il giapponese National Institute of Advanced Industrial Science and Technology (AIST) nel processamento dei dati.


Aster Vesuvio

Il golfo di Napoli e il Vesuvio


Grazie a questa iniziativa gli studiosi di numerose discipline potranno ora trarre più agevolmente cruciali informazioni sulle condizioni e sui cambiamenti della superficie terrestre in diversi ambiti quali, ad esempio, l’avanzata ed il ritiro dei ghiacciai, i vulcani potenzialmente attivi, lo stress delle colture, l’inquinamento termico, il degrado della barriera corallina, il bilancio termico degli strati superficiali, per una conoscenza più approfondita del nostro pianeta e del suo futuro.


Aster

Le linee di Nazca, in Perù


CLICCA QUI’ per accedere all’archivio di ASTER – Credit: NASA/GSFC/METI/Japan Space Systems, and U.S./Japan ASTER Science Team