Napoli, per la Piazza incantata in arrivo 13mila coristi

Giulietti (FNSI): occasione per ricordare Giulio Regeni e Valeria Solesin

piazzaincantataROMA – Saranno circa 13mila i giovani coristi che arriveranno da tutta Italia a Napoli per il flash mob “La piazza incantata”. Lo dichiarano, in occasione della conferenza di presentazione dell’evento a Roma, le istituzioni promotrici. Oltre al ministero dell’Istruzione, al Comune di Napoli e alla Regione Campania, anche Rai, Feniarco, il Conservatorio di San Pietro a Maiella e il Comitato Nazionale per l’apprendimento pratico della musica.

Il progetto, ideato e diretto da Renato Parascandolo e Sergio Siminovich, si conclude con il grande concerto previsto per il 9 aprile nel capoluogo campano. Il programma prevede l’esecuzione di brani di Verdi, Mozart, Handel, Charpertier, passando per i Beatles e la tradizione napoletana di “I’ te vurria vasa’”.

“Sarebbe bello che in quella piazza si ricordassero Giulio Regeni e Valeria Solesin”, ha suggerito Beppe Giulietti, presidente della Federazione Nazionale della Stampa. Cuore dell’evento saranno “la piazza e il coro, due espressioni della nostra cultura e della nostra civilta’- ha dichiarato Renato Parascandolo- per dare un messaggio contro l’individualismo sfrenato”.

Sara’ “una manifestazione di massa che ha il suo pubblico al suo interno”, “un inno alla scuola”. Per Luigi Berlinguer, Presidente del Comitato Nazionale per l’apprendimento pratico della musica, sara’ “il piu’ bel giorno di scuola dell’anno scolastico 2015-2016”.

Presenti, tra gli altri, il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, Luigi Berlinguer, l’assessore Nino Daniele, oltre al ministro dell’Istruzione, dell’Universita’ e della Ricerca, Stefania Giannini, che ha salutato la manifestazione con queste parole: “La piazzaincantata e l’abbraccio di piazza del Plebiscito rappresentano un acuto in sintonia con la nostra idea di scuola, una nota lieta suonata al Sud grazie a una positiva e sensibile collaborazione istituzionale”.

Sara’ anche un’occasione perche’ i ragazzi possano conoscere Napoli e la Campania. Per questo e’ stato “fatto un bando pubblico utilizzando fondi per il turismo scolastico- spiega all’agenzia Dire Lucia Fortini, assessore all’Istruzione e alle Politiche Sociali della Regione Campania- che finanzieranno con 3mila euro 111 scuole che resteranno nel territorio per almeno due giorni”.