scienza

Microcar, crash test disastrosi. Sicurezza in pericolo IL VIDEO

minicarROMA – Hanno quattro ruote ma non si possono considerare delle vere e proprie automobili, soprattutto se si guarda alla sicurezza degli occupanti. É una sonora bocciatura quelle che rimediano le microcar da parte dell’ente indipendente Euro NCAP. Risultati deludenti su tutte le prove di crash test cui sono state sottoposte.

Sotto esame le microcar di maggior grido, Aixam Crossover GTR, Bajaj Qute, Chatenet CH30 e Microcar M.GO Family Ligier. Ai crash test contro barriere, di tipo frontale e laterale, le quattro ruote non sono andate oltre le due stelle con punteggi sulla protezione oscillanti tra il 25 e il 38%. Vetture ‘normali’ con queste caratteristiche non troverebbero commercializzazione. Per meglio evidenziare i risultati negativi delle microcar la Euro NCAP ha ripetuto gli stessi test utilizzando una vecchia Toyota iQ, ormai fuori produzione ma acquistabile di seconda mano per un prezzo simile a quello dei quadricicli. Risultato? La vecchia Toyota ha ottenuto cinque stelle e valori di protezione pari al 75%. Risultati che le ‘vetturette’ non sfiorano neanche.

L’EuroNCAP comunque ha notato discreti miglioramenti rispetto agli test effettuati due anni fa ma, ha anche ricordato, che tanta strada è ancora da compiere per garantire l’incolumità di conducente e passeggero. Da qui anche un accorato appello alle aziende costruttrici. Giusto segnalare, poi, che solo la Microcar M.GO della Ligier monta l’airbag.